Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Speciale Montagna: ecco le località a rischio neve!

Oggi Meteo-Montagna eccezionalmente in chiaro per entrare nel dettaglio della situazione che si vivrà in montagna nei prossimi 3 giorni! Prestate attenzione se vi recate in quota!

In primo piano - 7 Giugno 2005, ore 13.45

Quella discesa di aria fredda di inizio giugno, che fino a qualche tempo fa rappresentava la norma in un processo di maturazione stagionale che traghettava la primavera verso l'estate, sta per tornare alla ribalta dopo anni di totale assenteismo. Alpi Orientali e Appennino Centrale vivranno una parentesi più degna del mese di ottobre che non di quello di giugno, con il vento forte a farla da padrone e con il rischio di brevi ma improvvise tormente di neve in quota. Fiocchi bianchi portati dal vento e gelate tardive potrebbero interessare le vallate dell'Alto Adige, del Cadore e del Friuli, nonché le quote medie dei rilievi abruzzesi. Più marginale sarà l'interessamento degli altri settori, anche se il vento forte e la discesa repentina delle temperature faranno da comune denominatore per il tempo di tutto lo Stivale da qui a venerdi. Ma entriamo nel dettaglio: quali saranno le zone a maggior rischio maltempo nei prossimi giorni? Eccovele segnalate, regione per regione: ALTO ADIGE AREE INTERESSATE DAI FENOMENI: Val Venosta, Val Senales, Valle Aurina, Val Pusteria, Val di Vezze, Val Ridanna. LOCALITA' A MAGGIOR RISCHIO MALTEMPO: Passo di Resia, Passo del Brennero, Campo Tures, Passo di Monte Giovo, Passo di Rombo. CONDIZIONI: nuvolosità irregolare, tempo incerto e variabile, pause asciutte alternate a qualche debole rovescio; fiocchi portati dal vento alla testata delle valli più settenrtionali. Vento forte ovunque, in graduale attenuazione a partire da giovedi. GIORNATA PEGGIORE: giovedi 9. MOMENTO PIU' FREDDO: notte tra mercoledi 8 e giovedi 9. QUOTA NEVE: oscillante tra 1500 e 1800 metri (localmente e occasionalmente più in basso). LOMBARDIA AREE INTERESSATE DAI FENOMENI: Alta Valtellina, Livignasco. LOCALITA' A MAGGIOR RISCHIO MALTEMPO: Livigno, Passo dello Stelvio, Passo del Foscagno, Passo del Bernina. CONDIZIONI: nuvolosità irregolare, tempo incerto con occasionali rovesci; possibili tormente sullo Stelvio. Vento forte ovunque, in graduale attenuazione a partire da giovedi. GIORNATA PEGGIORE: venerdi 10. MOMENTO PIU' FREDDO: notte tra mercoledi 8 e giovedi 9. QUOTA NEVE: oltre i 1500 metri, ma occasionalmente anche più in basso. VENETO e FRIULI AREE INTERESSATE DAI FENOMENI: Tarvisiano, Alto Cadore. LOCALITA' A MAGGIOR RISCHIO MALTEMPO: Tarvisio, Laghi di Fusine, Passo di Monte Croce Carnico, Sappada, Santo Stefano di Cadore. CONDIZIONI: nuvolosità irregolare, con improvvisi addensamenti e rischio di qualche occasionale sfiocchettata già a partire dalle quote medie. Vento forte nord-orientale, specie su Tarvisiano. GIORNATA PEGGIORE: giovedi 9 e venerdi 10. MOMENTO PIU' FREDDO: giovedi 9. QUOTA NEVE: oltre i 1600-1700 metri, ma localmente anche più in basso. MARCHE AREE INTERESSATE DAI FENOMENI: Monti Sibillini, Valle del Tronto. LOCALITA' A MAGGIOR RISCHIO MALTEMPO: Sarnano, Montemonaco, Montegallo, Arquata del Tronto, Forca Canapine, Forca di Presta. CONDIZIONI: addensametni nuvolosi alternati a schiarite; alto rischio di rovesci o temporali, con neve in quota. Vento forte con improvvise raffiche. MOMENTO PIU' FREDDO: giovedi 9 e venerdi 10. QUOTA NEVE: in calo fino a 1500 metri. ABRUZZO e MOLISE AREE INTERESSATE DAI FENOMENI: Monti della Laga, Gran Sasso d'Italia, Maiella, Velino-Sirente, Val di Sangro, Matese. LOCALITA' A MAGGIOR RISCHIO MALTEMPO: Pietracamela, Prati di Tivo, Prato Selva, Campotosto, Campo Imperatore, Caramanico Terme, Passo San Leonardo, Maielletta, Pretoro, Roccaraso, Pescasseroli, Ovindoli, Campitello Matese. CONDIZIONI: addensamenti nuvolosi compatti alternati a brevi schiarite; alto rischio di rovesci o temporali, con possibilità di neve sui valichi più alti e, nei rovesci più forti, fino a ridosso delle località sciistiche; possibili tormente in quota. Vento forte con improvvise raffiche, specie sui crinali. GIORNATE PEGGIORI: giovedi 9 e venerdi 10. MOMENTO PIU' FREDDO: giovedi 9 e venerdi 10. QUOTA NEVE: in calo fino a 1500 metri, ma anche a 1300 metri nei rovesci più forti. BASSO LAZIO AREE INTERESSATE DAI FENOMENI: Monti Simbruini, Monti Ernici, Monti della Meta, Monti Ausoni, Monti Aurunci. LOCALITA' A MAGGIOR RISCHIO MALTEMPO: Campo Staffi, Campo Catino, Monte Livata, Forca d'Acero, Prato di Campoli. CONDIZIONI: addensamenti nuvolosi irregolari, più probabli ed organizzati al pomeriggio, associati a rovesci o a temporali, nevosi sulle cime più alte. Vento forte con improvvise raffiche, specie sui crinali. GIORNATE PEGGIORI: giovedi 9 e venerdi 10. MOMENTO PIU' FREDDO: giovedi 9 e venerdi 10. QUOTA NEVE: sulle cime pi ùalte appenniniche, a partire da 1700-1800 metri. APPENNINO MERIDIONALE AREE INTERESSATE DAI FENOMENI: Sirino, Pollino, Sila, Aspromonte. LOCALITA' A MAGGIOR RISCHIO MALTEMPO: Altopiano silano. CONDIZIONI: addensamenti nuvolosi irregolari, associati a rovesci o a brevi temporali, e alternati a schiarite; venerdi coinvolgimento anche del Cilento e dei settori Campano e Lucano. Venti moderati settentrionali. GIORNATA PEGGIORE: venerdi 10. MOMENTO PIU' FREDDO: venerdi 10. QUOTA NEVE: spruzzate sulle cime del Pollino.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum