Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

SPECIALE MALTEMPO, tutti gli aggiornamenti (prima parte)

Tracciamo una analisi mirata e semplificata di come si svolgeranno le vicende meteorologiche sull'Europa e sull'Italia fino a martedì

In primo piano - 27 Ottobre 2008, ore 10.00

Anticiclone: Big Ben ha detto stop. Dulcis in fundo in questo caratteristico mese di ottobre, trascorso per gran parte sotto la cappa di una alta pressione di tipo post-estivo, la circolazione atmosferica a livello euro-atlantico subirà un netto capovolgimento rientrando così nei canoni della stagione in corso ma in realtà mai decollata. Sull'Europa centrale una lunga banda nuvolosa si è già approssimata alle nostre regioni settentrionali dove sta distrinuendo la prima nuvolosità, peraltro ancora alquanto disorganizzata. Questo è il sintomo di un primo cambiamento tuttavia non sarà ancora la svolta. L'ammasso nuvoloso infatti si distende ancora piuttosto rettilineo sull'Europa centrale, trasportato da una corrente a getto tesa e molto veloce che provvede sul suo lato sinistro ad alimentare un profondo minimo depressionario centrato poco a ovest della Norvegia settentrionale. La perturbazione, nella sua discesa verso il Mediterraneo, tenderà anche a rallentare parzialmente sull'Europa centrale a causa dell'energia spesa per demolire la cellula anticiclonica che ancora insiste sui Paesi mediterranei. Dalle alte latitudini atlantiche sono però in viaggio verso le isole Britanniche e la Francia alcuni impulsi freddi che tenderanno nelle prossime ore ad approssimarsi al vecchio sistema frontale. Questi andranno a colpire in serie la banda nuvolosa rettilinea costringendola ad ondulare e mettendo così in contatto le diverse masse d'aria che si trovano ai due lati della perturbazione stessa iniettandole nuova energia (da notare l'impulso al largo delle isole Britanniche contrassegnato con il numero 2). Le catene montuose che si trovano lungo il percorso, segnatamente Alpi, Pirenei e Massiccio Centrale francese, destabilizzeranno ulteriormente le masse nuvolose le quali tenderano a sfilare in un lungo mastro di nubi e piogge orientato da sud verso nord e inserite in onde successive che coinvolgeranno in primis il settentrione, la Sardegna e il versante tirrenico.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum