Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sottocorona a MeteoLive: "per i media ogni tombino intasato genera quasi...un'alluvione!"

Intervista con il popolare meteorologo Capitano Paolo Sottocorona.

In primo piano - 30 Settembre 2004, ore 06.30

E' venuto a trovarci in redazione il Capitano Paolo Sottocorona, meteorologo di La7, uno dei volti più noti, stimati, affabili e simpatici del meteo televisivo. Ne abbiamo approfittato per ascoltare la sua opinione in merito ad alcune tematiche molto dibattute in campo ambientale e meteorologico. Davanti ad un buon caffè, Sottocorona, con la sua consuetà amabilità, si è dunque sottoposto ad un rapido fuoco di fila di domande, poste dal nostro Capo Redattore Alessio Grosso. Vi proponiamo l'intervista in edizione integrale. METEOLIVE: La meteorologia ti occupa su più fronti, non ultimo quello scolastico. A tal proposito, non credi anche tu che questa scienza sia stata quasi del tutto dimenticata o perlomeno trascurata dai programmi ministeriali? SOTTOCORONA: in linea di massima direi proprio di sì, specialmente nelle scuole inferiori e superiori. Ho avuto modo di verificare invece, paradossalmente, che nelle scuole materne (in alcune, almeno) c'è una certa attenzione ai fenomeni meteorologici: i bambini "registrano" i fenomeni della giornata, fanno delle piccole statistiche...il tutto naturalmente a livelli adeguati all'età. Poi invece alle elementari e alle medie questa attenzione sembra scomparire quasi del tutto. Può darsi che questo impulso lentamente si trasmetta anche verso l'alto, ma certo manca una impostazione ufficiale della cosa e vista l'importanza del'argomento, questo è abbastanza grave. Sono invece comparse, alla buon ora, delle facoltà o specializzazioni di meteorologia ed affini a livello universitario, e questo è decisamente un buon segno. METEOLIVE: non pensi che il bombardamento mediatico sui fenomeni estremi stia portando la popolazione a farsi un'idea sbagliata del cambio climatico in atto? Non trovi altresì che temporali e trombe d'aria sembrino sempre di più una scoperta recente, anzichè un evento che ha sempre caratterizzato il clima su diverse zone del Pianeta? SOTTOCORONA: E' verissimo: i media parlano moltissimo del tempo, forse troppo; questo, che in sè sarebbe positivo, in realtà sconfina in una trattazione affetta da un sensazionalismo "isterico". Ogni ramo d'albero che cade (vedere al proposito le descrizioni degli effetti a terra della scala Beaufort) fa comparire una tromba d'aria, ogni temporale è un fortunale, ogni tombino intasato (...) genera quasi un'alluvione...per non parlare del "mare forza 7" quando il vento è forza 7 e il mare magari 5 (non "forza" 5...). Questo potrebbe non sembrare grave, ma ogni tanto salta fuori un "mare forza 10" che, considerato che la scala Douglas arriva fino a 9...è come giocare il 92 al lotto! Ed è altrettanto vero che sembra che questi fenomeni non ci siano stati fino a pochi anni fa. E l'errore, anzi l'"orrore" è che questi fenomeni vengono attribuiti così, sic et simpliciter, al cambiamento climatico, anzi vengono portati come prova tangibile di una nuova, stabile e irreversibile situazione climatica. Come se il Polesine (nel senso dell'alluvione, anzi delle alluvioni "vere"), solo per dirne una, non fosse mai esisitito... METEOLIVE: cosa ne pensi delle previsioni stagionali? E che dire delle previsioni basate sul comportamento animale? SOTTOCORONA: Le previsioni stagionali sono una bella cosa, basta non programmarci le vacanze...vale a dire che sono una ottima sperimentazione (e chi è onesto lo dichiara), che spero porterà in futuro a dei risultati utilizzabili; per ora sono studi di cui si può anche parlare, basta non farli passare per "previsioni" nel senso che comunemente si dà a questo termine. I comportamenti animali...sono molto suggestivi e folcloristici! Non escludo che possano contenere spunti di verità (così come le fasi lunari), ma il problema è che nessuno finora è riuscito a stabilire scientificamente dei nessi, delle correlazioni con il tempo a venire, e quindi...restano colore locale! METEOLIVE: Che tipo di clima preferisci e quale fenomeno atmosferico ti affascina di più? SOTTOCORONA: come "deformazione professionale" non ho un clima preferito, negli anni ho maturato una forma sfumata di fatalismo: lo prendo com'è...Una volta preferivo il freddo, oggi come tutti non amo troppo il caldo eccessivo, ma soffro un po' il freddo: temo però che più che motivi meteorologici qui prevalgano condizioni...anagrafiche! Come tutti sono affascinato (e rispettosamente intimorito) dai fenomeni più violenti ma, forse anche per la mia passione della vela, il "mio" elemento è sicuramente il vento. METEOLIVE: Quanto incide veramente l'uomo nel cambio climatico? Cosa possiamo fare concretamente ogni giorno, nel nostro piccolo, per contribuire a preservare l'ambiente nel quale viviamo? SOTTOCORONA: Io credo che, a dispetto di tutto quello che si dice e si scrive, non sia possibile definire esattamente la portata del cambiamento climatico avvenuto fino ad oggi (fare medie su cinque o anche dieci anni è assolutamente ridicolo), nè di conseguenza stabilire esattamente quanto grandi siano le innegabili colpe dell'uomo. Capisco che in questo modo non do certo un contributo utile, ma secondo me le cose potrebbero, a oggi, essere sensibilmente peggiori o migliori di quanto non si chiaccheri in giro. Va da sè che preferirei la seconda che ho detto... Nel dubbio, per un sano principio di precauzione, credo che si dovrebbe fare di più, molto di più. Per esempio, tutta la campagna per la eliminazione dei CFC è stata impostata su un ipotesi di comportamento nocivo di questi gas rispetto allo strato dell'ozono. Dati successivi gettano qualche dubbio sul fatto che i CFC si comportassero esattamente come era stato ipotizzato, ma appunto, nel dubbio, abbiamo fatto bene a eliminarli, dato che era possibile farlo. Non si capisce quindi perchè ancora oggi ci siano Nazioni, inutile che vi dica quali, che candidamente si rifiutano di aderire ai vari protocolli per la riduzione nelle emissioni dei gas serra, senza neanche addurre ipotesi diverse e dissenzienti. No, e basta. Non voglio cambiare il mio stile di vita, succeda quel che succeda. Mi pare a dir poco criminale, ma siccome non è l'unico settore in cui questo atteggiamento viene adottato...non capisco, ma devo dire che non mi stupisco più di tanto. Noi singoli, gocce nel mare, dobbiamo semplicemente seguire tutte quelle regole per il risparmio energetico che troviamo scritte ovunque: il mare è fatto di gocce... METEOLIVE: perchè il meteorologo è ancora visto quasi come uno sciamano, un vate? SOTOCORONA: Perchè non si vuole accettare che la meteorologia non è e non può essere una scienza esatta; ha le sue approssimazioni e inevitabilmente le sue incertezze. Ma qualcuno preferisce "affidarsi" al "mago", nella speranza che miracolosamente ci sia qualcuno infallibile, con "poteri" particolari; si vorrebbe essere rassicurati dal soprannaturale o almeno dal paranormale...la normalità chissà perchè spaventa o quantomeno delude... Credo sia un meccanismo simile a quello che induce a rivolgersi ai "guaritori" invece che affidarsi a medici e medicine, che non sono infallibili. Ma con i guaritori si passano guai peggiori... METEOLIVE: qual è il tipo di tempo che annunci più volentieri in tv? SOTTOCORONA: Siccome, scordandomi un po' di modestia, credo di essere abbastanza altruista, mi piace annunciare il tempo "buono", che non necessariamente coincide con il tempo cosiddetto "bello". Vale a dire, la pioggia per zone colpite da siccità, un miglioramento per zone colpite da troppe piogge, la pioggia a Monza se corre la Ferrari (una volta vinceva solo se pioveva...), insomma un tempo "socialmente utile". Le mie particolari esigenze relative magari ad un weekend in barca passano in second'ordine. Tempo stabile e tranquillo per festività o ponti preferirei farlo per la mia salute mentale e...fisica! Chissà perchè c'è qualcuno che pensa che il tempo (e a volte anche il meteorologo) ce l'abbia con lui!

Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum