Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sono giorni senza fiato, la notte tra sabato e domenica ancora una perturbazione tra noi

Dopo una breve tregua un'altro corpo nuvoloso piomberà sulle nostre regioni centrali e settentrionali con l'apice dei fenomeni atteso tra la notte e la mattinata di domenica.

In primo piano - 28 Novembre 2008, ore 10.27

Il ritmo di questi scampoli di autunno non si misura con l'orologio ma viene scandito dalla sequela di perturbazioni in entrata libera sul Mediterraneo. Italia ancora una volta meta privilegiata di nubi e precipitazioni. Dopo una breve tregua concessa dopo il passaggio della perturbazione di venerdì, ecco subito una nuova massa nuvolosa minacciosa sull'orizzonte italico. Il canale depressionario entro il quale la nuova arrivata scorrerà sarà quello già aperto e collaudato dalle perturbazioni precedenti e trarrà alimentazione sul lato posteriore da un contributo polare marittimo e su quello anteriore da un banda mite afro-mediterranea. Fenomeni assicurati dunque ma come saranno distribuiti? Anzitutto facciamo subito il punto neve: i fiocchi questa volta difficilmente riusciranno a scendere sulla pianura Padana, a parte episodi possibili sul Piemonte, segnatamente sul cuneese, e forse sulla Lombardia occidentale. Tanta neve invece su tutte le Alpi e sull'Appennino settentrionale a quote poste mediamente tra 800 e 1000m. Accumuli importanti in modo particolare sui settori centrali e sulle Prealpi lombardo-veneto-friulane. Pioggia battente, anche a carattere di rovescio e localmente anche a sfondo temporalesco e con accumuli importanti sulla Liguria e sull'alta Toscana, in trasferimento verso il basso Veneto e il Friuli Venezia Giulia. I fenomeni saranno esaltati dai tesi venti di Scirocco che scorreranno lungo l'Adriatico. Per analogo motivo ma a causa del forte vento di Libeccio gli accumuli più rilevanti scenderanno gradualmente lungo i litorali toscani fino a interessare nella mattinata di domenica anche quelli laziali e nel primo pomeriggio, abbastanza smorzati, quelli della Campania. Per motivi legati all'orografia i fenomeni saranno meno copiosi e comunque interrotti da frequenti pause asciutte su Romagna e Abruzzo. Probabilmente asciutto anche sulle regioni meridionali prima non menzionate. Temperature in generale lieve aumento, più sensibile al sud e sul medio Adriatico.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum