Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

SOLE: siamo in marcia verso un Minimo di Maunder?

Il minimo solare attualmente in atto, potrebbe rivelarsi più lungo del previsto; indaghiamo su quali potrebbero essere le conseguenze di un minimo solare prolungato.

In primo piano - 3 Marzo 2019, ore 18.15

L'attività della nostra stella è entrata ufficialmente in una fase di minimo solare, non si osservano infatti macchie solari nella sua superficie da almeno una settimana. Gli esperti ritengono che una scarsa attività della nostra stella, particolarmente prolungata nel tempo, possa avere delle conseguenze sul clima della Terra ma perchè questo accada, devono essere soddisfatti alcuni requisiti. Mediamente il Sole segue cicli della durata di circa 11 anni, in cui viene reciprocamente raggiunto un minimo ed un massimo solare.

Durante i periodi di massima attività, il Sole emana una maggiore quantità di plasma solare che può colpire l'atmosfera terrestre, deformando il nostro campo magnetico. In queste condizioni la superficie della nostra stella appare disseminata di "macchie" dal colore più scuro. L'evoluzione di queste macchie rimane sempre molto seguita dagli scienziati. I periodi di bassa attività solare sono caratterizzati da una scarsità di macchie.

Tornando a ritroso di qualche anno, il ciclo solare 24 avrebbe dovuto concludersi entro il 2022 ma già a metà anno del 2018, il conteggio delle macchie solari sulla superficie della nostra stella è stato inferiore alle attese. La fase di minimo solare sta persistendo per più tempo rispetto a quanto avessero preventivato i modelli e questo potrebbe indicare la comparsa di un ciclo noto come "minimo di Maunder".

Un periodo storico denominato "la piccola era glaciale", coincise con un minimo solare di Maunder e fu responsabile di una lunga sequenza di inverni gelidi in un periodo compreso tra la metà del 1600 sino ai primi anni del 1700. Il culmine di questa serie invernale particolarmente rigida, portò al congelamento invernale di alcuni famosi corsi d'acqua come il Tamigi e la Senna, rendendo più difficili le condizioni di vita sul nostro continente. La popolazione fu costretta a confrontarsi con maggiori siccità, carestie ed epidemie. Le estati furono più brevi e questo rese difficoltosa l'agricoltura.

Entrare in un minimo di Maunder porterebbe gravi conseguenze anche ai giorni nostri ma in tempi recenti un fenomeno antagonista, ai più noto come "Global Warming", potrebbe frenare una eventuale"corsa al ribasso" delle temperature.



Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum