Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sicilia, Calabria e versante adriatico: come mai tanta pioggia?

Mezza Italia alle prese con il maltempo. Allagamenti e danni al sud e lungo il versante adriatico. Come mai tanta pioggia?

In primo piano - 2 Marzo 2011, ore 09.29

Il nome coniato dal centro meteorologico tedesco è quasi simpatico: Tim! Così è stato chiamato il vortice ciclonico che da tre giorni sta interessando la nostra Penisola.

Se al nord a fare notizia è soprattutto il vento forte e la neve, al centro-sud è la pioggia a tenere sotto scacco molte regioni, segnatamente quelle meridionali ed adriatiche.

Ecco le cumulate piovose delle ultime 72 ore in Italia: Palermo 122mm, Messina 117mm; Ponza 73mm; Olbia 72mm; Monte Sant'Angelo (sul Gargano) 70mm; Brindisi 54mm; Pescara 53mm; Ancona 39mm.

Ricordiamo che 1mm di pioggia equivale a 1 litro su metro quadro di superficie. In pratica 122mm sono 122 bottiglie da litro versate su ogni metro quadrato di superficie. Potete quindi capire che laddove il terreno si presenta già fragile e franoso, una dose così massiccia di pioggia non può fare altro che danni.

Sicilia, Calabria, Sardegna orientale e versante adriatico (fino alla Romagna) sono state le zone maggiormente colpite.

I danni maggiori si sono avuti in Sicilia (segnatamente nel Messinese), in Calabria ( nella zona di Reggio) e nelle Marche.

Come mai tanta pioggia e su queste zone? Per rispondere a questa domanda è necessario studiare la posizione del minimo e le correnti annesse che erano presenti nella giornata di martedì.

Il centro depressionario era situato tra la Sardegna ed il medio Tirreno. La disposizione antioraria delle correnti (che contraddistingue sempre le zone di bassa pressione) ha esposto il meridione a venti assai umidi di provenienza sud-orientale.

Lo sbarramento indotto dalle catene montuose della Sicilia e della Calabria hanno fatto il resto, intrappolando l'umidità sopra citata e convertendola poi in piogge, rovesci e temporali.

Ogni volta che un flusso umido viene mosso da correnti assai intense alle quote superiori (in gergo Warm Conveyor Belt), si possono formare temporali di natura autorigenerante i  quali possono insistere sulle medesime aree anche per diverse ore.

Il flusso umido, una volta colpito il meridione, si è incanalato lungo il versante adriatico, causando anche qui piogge intense, sempre per lo stesso motivo.

Se le correnti si ammassano sul versante adriatico generando forti piogge, il versante tirrenico in genere resta parzialmente in sottovento ed ha precipitazioni piu sporadiche e transitorie. Ecco il motivo per cui il Tirreno, questa volta, non ha avuto nubifragi o piogge intense, così come la Liguria e la Toscana.


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.01: A8 Milano-Varese

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo Di Busto Arsizio (Km. 24,5) e..…

h 19.59: A14 Bologna-Ancona

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Forli' (Km. 81,6) e Imola (Km. 50,1)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum