Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sensibile cambiamento del tempo entro il prossimo weekend, poi...

L'alta pressione di questa settimana ha superato da poco il proprio momento di massima intensità ed il cielo inizia a velarsi a partire dalle regioni settentrionali del Paese. L'ultima transitoria "puntata" dell'alta pressione attesa venerdì 24, poi brusco cambiamento nel fine settimana a partire dal nord.

In primo piano - 22 Aprile 2015, ore 17.00

L'alta pressione inizia a perdere colpi e lo fa proponendo un lungo tappeto di nubi alte e sottili che in queste ore si dipanano a partire dai settori occidentali del Mediterraneo, muovendosi in direzione dello stivale italico. Tale situazione è agevolata da un leggero calo della pressione e del campo geopotenziale che inizia a manifestarsi proprio sui settori occidentali d'Europa, laddove nei prossimi giorni prenderà vita un'importante circolazione di bassa pressione veicolante aria fredda di origine polare.

Cede la roccaforte anticiclonica sul Regno Unito, in breve tempo sostituita dalla sopraccitata figura di bassa pressione veicolante aria piuttosto fredda che regalerà per questi settori d'Europa, una sostanziale battuta d'arresto della stagione primaverile così come siamo abituati comunemente a pensarla. In realtà proprio la variabilità ed il cambiamento repentino delle condizioni atmosferiche sia da un punto di vista termico, sia sotto un punto di vista di aspetto del cielo, è proprio una delle caratteristiche intrinseche della stagione primaverile che, lo ricordiamo, non è ancora estate ,ma neppure più inverno.

E saranno proprio le regioni settentrionali del Paese quelle che nel corso del prossimo weekend (sabato 25 - domenica 26) assisteranno ad un cambiamento abbastanza brusco delle condizioni meteorologiche in grado di riportare piogge abbastanza consistenti su tutte quelle regioni che sino a questo momento hanno assistito ad una primavera avara di precipitazioni, molto spesso dominata dai venti settentrionali oppure orientali. Proseguirebbe invece la fase di bel tempo sulle regioni meridionali del Paese.

Le basse latitudini mediterranee tendono infatti a surriscaldarsi, le fasce anticicloniche subtropicali spingono lentamente ma inesorabilmente verso nord, rendendo per la fine di aprile e l'esordio di maggio, assai più difficile l'eventualità d'avere un affossamento delle circolazioni depressionarie sui settori meridionali del Paese. Potrebbe insomma prender piede un sostanziale "stop" del regime precipitativo e perturbato che per molti mesi ha influenzato le regioni dell'Italia meridionale.

Il fulcro del maltempo e dell'instabilità potrebbe quindi migrare verso le regioni del nord, magari condito da qualche colpo di tuono come sovente accade quando si entra nel periodo "clou" della stagione primaverile.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum