Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Seconda parte di settimana PAZZA: tra CALDO al centro-sud e FORTI TEMPORALI al nord

Tra giovedì e venerdì temperature in aumento specie al centro-sud (Sardegna in primis), stante una rimonta transitoria dell'alta pressione africana sul Mediterraneo. Sabato forti temporali al nord e sulla Sardegna, che introdurranno un calo delle temperature.

In primo piano - 7 Giugno 2015, ore 09.17

Ci aspetta una settimana ricca di colpi di scena dal punto di vista meteo sull'Italia.

L'alta pressione in un primo tempo perderà colpi, mentre tra giovedì e venerdì subirà un temporaneo rinforzo specie sulle regioni centro-meridionali.

Si tratterà del famigerato anticiclone nord africano che si espanderà verso nord a seguito della discesa di una saccatura sulla Penisola Iberica.

La prima cartina ci mostra il quadro termico a 1500 metri di quota atteso per le ore centrali della giornata di venerdì 12 giugno. Si nota una lingua bollente che interesserà soprattutto la Sardegna e la parte occidentale della Sicilia. Qui avremo valori superiori a 20° (sempre a 1500 metri), che si ripercuoteranno al suolo con punte ben oltre i 30°.

Come si può notare, buona parte della nostra Penisola sarà comunque sotto temperature elevate, specie il centro-sud.

Successivamente, il getto alle quote superiori sarà ancora sufficientemente attivo da trascinare la struttura di maltempo iberica verso levante. Tra sabato e domenica le regioni settentrionali, parte di quelle centrali e la Sardegna potrebbero essere investite da temporali anche di forte intensità.

In questo caso si tratterà di una vera e propria perturbazione da ovest, che causerà inoltre un richiamo di correnti meridionali abbastanza teso.

La seconda cartina, valida per le ore centrali di sabato 13 giugno, ci mostra il nocciolo precipitativo ubicato sul settore di nord-ovest, parte della Toscana e sulla Sardegna. All'interno di esso saranno possibili temporali anche di forte intensità.

Il cuneo africano bollente piegherà prima verso le regioni meridionali, poi verso la Grecia, dove tenderà a persistere anche nei giorni seguenti, mentre sull'Europa centro-occidentale potrebbe scavarsi un'autentica voragine di bassa pressione, con reiterate condizioni di instabilità.

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum