Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Seconda grande ondata di gelo in arrivo sugli Stati Uniti

Mentre sul continente europeo gli effetti dello Stratwarming si sono conclusi senza un evento freddo di grande portata, gli Stati Uniti grazie ad una corposa attività della Wave uno si preparano a vivere nuovamente un grande evento di gelo

In primo piano - 25 Gennaio 2013, ore 12.30

Lo Stratwarming accorso nel gennaio 2013 ha sortito alcuni importanti effetti sulla circolazione media dell'emisfero boreale. Le conseguenze di questo disturbo a carico del Vortice Polare Troposferico sul continente europeo sono passati un pò in sordina. Mancando la risalita verso nord dell'anticiclone azzorriano, la discesa del lobo siberiano del vortice sino all'Europa centrale ed occidentale non è riuscita a realizzarsi. Il secondo ramo del vortice, sostenuto nella sua discesa verso sud dall'anticlone pacifico è andato isolandosi negli Stati Uniti ove ha portato una grande ondata di gelo.

Il primo atto del grande generale inverno negli Stati Uniti si è concluso solo da pochi giorni, tuttavia dalle previsioni a medio-lungo termine non pare affatto finita qui. Dopo una fase di relativa tregua che caratterizzerà il tempo di questi giorni, ricompare dalle carte una seconda intensa ondata di gelo. 

Partendo da martedì 29 si farebbe strada abbastanza velocemente una massa d'aria gelida che dal Canada centro-occidentale scenderebbe verso sud coinvolgendo in una manciata di giorni vaste zone degli Stati Uniti centrali ed orientali. Secondo le stime attuali la vasta colata di aria gelida contenente al suo interno la ragguardevole temperatura di -30 a 850hpa potrebbe poi dirigersi verso est sino a raggiungere la "east coast" entro giovedì 31 gennaio.

Bufere di neve su Washington, New York?

Come di sovente accade, le coste occidentali statunitensi godranno di un tipo di tempo decisamente più mite rispetto a quanto avverrà qualche centinaio di chilometri più ad est. Un violento flusso di venti nord-occidentali in seno al lato discendente della depressione trascinerà sin sotto i 40° di latitudine nord, isoterme sino a -20 alla quota isobarica di 850hpa. L'isoterma +0 potrebbe addirittura spingersi sino in Florida provocando così ripercussioni nella temperatura anche su aree degli Stati Uniti ben famose per il clima quasi sempre tiepido e caldo.

La grande colata di gelo escluderà le aree occidentali del Paese dove l'influenza mitigatrice dell'anticiclone sul Pacifico (figura analoga al nostro anticiclone invernale atlantico) impedirà all'aria fredda della depressione canadese di penetrare tanto ad ovest.

Soprattutto negli stati centrali ed occidentali degli Stati Uniti, grosse ondate di gelo accompagnate da venti settentrionali o nord-occidentali non sono poi così rare. La diversità climatica rispetto all'Europa non consiste solo nella completa mancanza di catene montuose in grado di arginare i flussi di aria fredda provenienti da nord. La presenza del continente canadese permette qui un forte raffreddamento delle masse d'aria giacenti sulla terraferma le quali subiscono così un processo di "continentalizzazione" del tutto analogo a quanto avviene sulla Siberia e la Russia europea.

La difficoltà che risiede nel trascinare il freddo sino all'Europa occidentale è lo stesso che risiede nel trascinare il freddo sino alla west coast. Sull'emisfero boreale i versanti occidentali dei grandi continenti risultano climaticamente più miti rispetto ai versanti orientali che al contrario subiscono di sovente l'influenza delle masse d'aria fredda continentali e raffreddate le quali vengono trascinate verso est dallo stesso movimento zonale che in Europa porta sempre tepore e mitezza.

Approfondimenti su: http://meteolive.leonardo.it/news/Ti-segnaliamo/49/Gelo-estremo-Guardate-dov-e-/40241/ di Luca Angelini.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.13: A4 Brescia-Padova

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Brescia Ovest (Km. 217,3) e Interconnessione A21 (Km. 223,5) in..…

h 02.44: SS62 Della Cisa

coda

Code a tratti, veicoli scortati nel tratto compreso tra 23 m dopo Incrocio Passo Della Cisa (Km. 56..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum