Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Se avessimo solo la metà del freddo americano l'Italia sarebbe sepolta ogni anno dalla NEVE

Non è una questione di latitudine.

In primo piano - 25 Settembre 2014, ore 08.33

L'Atlantico, la Corrente del Golfo, la posizione nel Mediterraneo, la vicinanza dell'Africa, la presenza di catene montuose imponenti, il vortice polare che ha stabilito il suo quartier generale a livello del Canada. Tutto sembra remare contro l'invasione del grande freddo alle nostre latitudini, eppure date un'occhiata a quella di Washington e cosa succede lì. Qualcosa non quadra.

Il punto non è la latitudine, il punto è che il freddo per tutto quello che abbiamo appena elencato fatica a sbarcare in Europa, specie quando la corrente a getto è così sparata come nell'inverno 2013-2014, sparandoci addosso tutta la mitezza possibile. 

Non è però detto che questo sia un segnale di global warming ma solo la conseguenza di una serie di coincidenze: un accumulo di freddo al Polo più importante della norma sin dall' estate del 2013, la QBO+ di cui abbiamo ampiamente parlato, il super raffreddamento in stratosfera verificatosi all'inizio di dicembre che ha condizionato la troposfera per oltre 60 giorni, portando alla situazione vissuta nell'inverno scorso.

Si parla tanto del grande freddo negli Stati Uniti, che non hanno catene montuose pronte a proteggerli a nord, ma si dimentica che in fondo le nevicate non sono state poi così abbondanti.

Certo in America tutto è spettacolo e bastano 20cm di neve per dover ascoltare la solita intervista di turno a persone scocciate, che sembrano non aver mai visto fiocchi prima d'ora. Venissero in Italia allora a vedere quanto nevica quando nevica davvero.

Se al posto dell'Atlantico ci fosse almeno in parte terraferma e da ovest invece di arrivare mitezza arrivasse freddo, insieme ai fronti perturbati, se le condizioni insomma fossero favorevoli all'arrivo di masse d'aria gelide sul nostro territorio, l'orografia italiana, unitamente al Mare Mediterraneo sarebbe in grado di generare tali accumuli nevosi e tali tempeste di neve da far impallidire gli States, ricordiamocelo bene.

Un esempio di quanta potenzialità nevosa possa esprimere l'Italia l'abbiamo avuto nel febbraio del 2012 e molte altre volte in passato. Se pertanto qui da noi arrivasse ogni anno solo la metà del gelo che di frequente invade molti Stati americani, state pur certi che sperimenteremmo nevicate su nevicate, anche da record. 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.11: SS340 Regina

rallentamento

Traffico intenso nel tratto compreso tra Incrocio Brienno (Km. 13,8) e Incrocio Colonno (Km. 20)..…

h 20.09: SS340 Regina

blocco

Tratto chiuso causa manifestazione nel tratto compreso tra Incrocio Colonno (Km. 20) e Incrocio Tre..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum