Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sblocco della situazione a metà della settimana prossima?

Tutto dipenderà dalla forza dell'alta pressione mediterranea e dalla presenza, o meno, dell'anticiclone delle Azzorre.

In primo piano - 8 Maggio 2009, ore 11.20

Solo qualche giorno fa sembrava fatta. La depressione iberica sarebbe avanzata verso l'Italia, portando un peggioramento all'inizio della settimana prossima, ad iniziare dalle regioni settentrionali. Come spesso accade, i modelli sottostimano la reale forza dell'alta pressione, figura sempre mal digerita dalle elaborazioni, specie a medio e lungo termine. In poche parole, l'alta sembra vulnerabile, poi invece non lo è. Con i dati attualmente in nostro possesso possiamo dire quasi con certezza che la situazione in essere (ovvero con l'alta pressione distesa sul Mediterraneo centrale) durerà fino a martedì della settimana prossima. A parte addensamenti al nord con sporadici piovaschi sulle Alpi, il dominio del sole e del bel tempo non sembra essere inficiato, a parte insignificanti velature che passeranno sui cieli del centro e del sud. A seguire si apre un ventaglio di possibilità, o meglio ci si parano davanti alcune domande, le cui risposte saranno determinanti per la situazione a medio termine sull'Italia. Quanto è forte in realtà l'alta pressione? Non molto, così sembra. I geopotenziali al suo interno sono e saranno del tutto normali e non sono previsti eccessi. Dove finirà la figura di maltempo sull'Europa occidentale? Le possibilità sono due. La prima vede il cosiddetto "cut-off iberico", ovvero l'isolamento della depressione in loco, con l'alta pressione che si espande da tutte le parti. Se così fosse, non solo vincerebbe l'anticiclone, ma ne uscirebbe addirittura potenziato. Inutile quindi dire che lo sblocco della situazione, con una cosa del genere, non ci sarebbe e l'alta pressione durerebbe ad oltranza. Pur conoscendo bene gli scherzi dell'alta pressione, questa sembra l'ipotesi al momento meno probabile. Assai più probabile la seconda opzione, che vede la depressione mantenersi alta di latitidine e venire agganciata successivamente dal flusso atlantico in ripresa sulla media Europa. Se tale progetto andasse in porto, il cuneo portante africano verrebbe piallato e l'Italia avrebbe nuovamente una situazione dinamica, dettata anche dall'instabilità. Come anticipato poco sopra, il periodo in questione, la debolezza dell'alta pressione e la vitalità delle depressioni atlantiche non depongono per un lungo dominio anticiclonico sull'Italia. La situazione, quindi, si potrebbe sbloccare a partire dalla metà della settimana prossima. Staremo a vedere.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.47: A1 Milano-Bologna

coda incidente

Code per 2 km causa incidente nel tratto compreso tra Fiorenzuola (Km. 74) e Fidenza (Km. 90,4)..…

h 09.42: A1 Firenze-Roma

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Arezzo (Km. 358,5) e Monte San Savino (Km. 371,6) in direzione..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum