Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sbarrata la porta dell'Atlantico, l'aria fredda arriverà da nord?

L'anticiclone delle Azzorre si porterà verso nord, sul Regno Unito, favorendo la discesa di aria fredda dall'Artico a partire da martedì prossimo.

In primo piano - 3 Settembre 2004, ore 10.11

L'anticiclone delle Azzorre ormai non è più tranquillo, non sta più nella sua posizione usuale come ha fatto per gran parte di questa estate 2004, anzi inizia a diventare estremamente inquieto; la ripresa degli scambi termici fra masse d'aria calda in arrivo dai Tropici e fredde dal Polo in vista dell'apertura della stagione autunnale ha in qualche modo disturbato la grande figura di alta pressione, che a suo modo ha reagito iniziando ad ergersi verso nord. Questo movimento sarà sempre più evidente nei prossimi giorni, quando si formerà una vera e propria "bolla" di aria calda in quota (un anticiclone dinamico, succursale della figura atlantica) fra le Isole Britanniche ed il Mare del Nord; di conseguenza sull'Italia le correnti ruoteranno da est, e pertanto inizierà ad affluire aria mite (o addirittura fresca sull'Appennino centro-meridionale) e moderatamente instabile. Da domenica o al più tardi da lunedì quindi sulle regioni meridionali si avranno molte occasioni per qualche breve temporale intervallato da lunghe pause asciutte, mentre sulle regioni adriatiche in genere ci sarà solo qualche nube, ma la temperatura calerà di qualche grado. Nei giorni successivi lo sbilanciamento dell'anticiclone verso nord porterà conseguenze molto più evidenti; difatti fra martedì e mercoledì si organizzerà una vera e propria irruzione di aria fredda di origine artica, una sventagliata autunnale che coinvolgerà gran parte dell'Europa orientale, ma con tutta probabilità anche i Balcani. Per quanto riguarda l'Italia? Tutto dipenderà dalla resistenza di una perturbazione sulla Penisola Iberica; se questo corpo nuvoloso non si dissolverà e non si muoverà dalla sua posizione prima di mercoledì prossimo, allora almeno parte dell'aria fredda di passaggio su Scandinavia e Polonia verrà risucchiata verso le nostre regioni, portando un cambiamento del tempo consistente; al contrario se la perturbazione "morirà" prima di mercoledì, o si muoverà verso l'Atlantico, l'Italia rimarrà in un regime di alta pressione con temperature in nuovo leggero aumento. Al momento la seconda ipotesi ha maggiori probabilità di verificarsi rispetto alla prima, tuttavia esistono ancora alcuni margini di cambiamento nelle mappe di previsione; vi consigliamo quindi di seguire tutti i nostri aggiornamenti, per venire a conoscenza delle eventuali novità a riguardo.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum