Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sale il rischio di temporali al nord: vediamo DOVE e QUANDO

Ecco perchè la prossima settimana potrebbero verificarsi intensi temporali al nord: diamo uno sguardo alla circolazione sinottica prevista in ambito locale e cerchiamo di capire cosa potrebbe accadere.

In primo piano - 8 Giugno 2019, ore 21.40

Una circolazione d'aria molto calda di origine africana, interessa in queste ore soprattutto le regioni del centro e del sud, mentre l'angolo settentrionale italiano, subisce soltanto un'influenza marginale da parte dell'onda calda subtropicale. Sarà proprio questo settore d'Italia che nei prossimi giorni  rischierà maggiormente l'arrivo di qualche forte temporale, provocato dal contrasto diretto tra l'aria calda africana è quella fresca oceanica. Questi contrasti potrebbero manifestarsi attraverso lo sviluppo di forti temporali che saranno ulteriormente agevolati nella loro evoluzione dalla presenza di un ramo della corrente a getto, cioè quel fiume di vento in quota che poggia radici nella differenza di temperatura tra due zone dalle caratteristiche termiche molto diverse. Ecco la previsione della corrente a getto calcolata dal modello americano per lunedì 10 giugno:

Proprio il passaggio della corrente a getto potrebbe organizzare temporali strutturati a supercella, cioè sistemi convettivi provvisti di una rotazione mesociclonica in grado di sviluppare fenomeni particolarmente vigorosi, quali grandine, pioggia, vento intenso e talvolta fenomeni vorticosi. Ebbene queste condizioni per le regioni settentrionali potrebbero realizzarsi proprio tra lunedì e martedì. Lunedì le prime analisi in nostro possesso, mettono in luce una maggiore probabilità di temporali su regioni come Piemonte e Lombardia, mentre martedì 11 i fenomeni temporaleschi più intensi sono previsti su Emilia Romagna, Veneto, Friuli. Con questo tipo di situazione, l'arrivo dell'aria fresca Atlantica su queste regioni si verificherà in modo estremamente lento, ne potrebbero conseguire due giornate caratterizzate da temporali intensi ma localizzati. Ecco la previsione sulla probabilità della pioggia calcolata dal modello americano per lunedì 10 giugno:


Mercoledì 12 giugno alle quote superiori la circolazione atmosferica resterà pressoché invariata, mentre è prevista una profonda trasformazione della circolazione di basso livello. L'aria fresca Atlantica riuscirà a conquistare le regioni settentrionali in maniera un po' più decisa, smorzando i contrasti e diminuendo la probabilità di sviluppo di nuovi temporali intensi. Ecco la previsione del modello europeo sulle temperature alla quota di 850hpa (circa 1500 metri) riferita a mercoledì 12:


 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum