Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Sabato turbolento al centro-sud con rovesci e anche un po' di neve in Appennino

I fenomeni si concentreranno in modo particolare sul Tirreno. Probabili spruzzate di neve sulle cime dell'Appennino

In primo piano - 2 Ottobre 2008, ore 09.38

Ci siamo, la nostra Penisola giungerà a breve all'epilogo di questa prima irruzione artica del semestre freddo. La punta di diamante di questo peggioramento sarà il drastico calo delle temperature unitamente al notevole rinforzo dei venti e a fenomeni anche di una certa intensità. Stiamo naturalmente parlando dei temporali. Ebbene, la tempistica di sviluppo di questa lunga fila di cumuli e cumulonembi appare ormai delineata con sufficiente chiarezza. Il tutto verrà innescato lungo la linea di convergenza tra l'attivo flusso caldo e umido in risalita dal nord Africa e la pesante irruzione fredda e asciutta in discesa dalle alte latitudini attraverso la valle del Rodano. Il primo contatto diretto tra le due masse d'aria avverrà tra la mattinata e il primo pomeriggio di venerdì lungo la direttrice mar di Sardegna - Bocche di Bonifacio - alto Tirreno. Il ramo ascendente della corrente a getto, in risalita da sud-ovest, determinerà la direzione di propagazione in quota delle masse nuvolose le quali incontreranno come prima spiaggia le zone settentrionali della Sardegna: Nurra, Anglona, Gallura occidentale e Logudoro. Qui si potranno verificare i primi rovesci, in qualche caso intensi e seguiti da forti e più freddi venti di Maestrale. In serata la fascia temporalesca avrà attraversato il mar Tirreno e nella notte si presenterà al cospetto del Lazio, dove si verificheranno temporali a carattere sparso e talora abbondanti. Probabilmente interessata anche la Capitale. Anche in questo caso il Libeccio verrà rapidamente soppiantato da un freddo Maestrale. L'Appennino riuscirà nel frattempo a deviare una parte delle masse nuvolose le quali tenderanno a propagarsi sabato anche verso le coste campane fino a quelle calabresi tirreniche. Netto sarà su questi settori il calo delle temperature. Per questo motivo lungo i crinali appenninici potranno arrivare i primi fiocchi di neve che, a fine evento, potranno scendere a quote poste intorno ai 1500 metri.

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum