Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Riuscirà a passare una perturbazione, prima o poi?

Dopo un periodo di maggiori "fasti", torna l'allergia dei sistemi perturbati al bacino del Mediterraneo.

In primo piano - 9 Settembre 2011, ore 10.39

Dal satellite appare tonica, bianca, spumeggiante. La nuova perturbazione atlantica sembra promettere bene.

Passano le ore ed il sistema perturbato avanza. Forse è la volta buona! La Francia ( che in passato era la "spia" della pioggia sull'Italia) si popola di rovesci e temporali, con temperature in calo.

E' fatta? Nemmeno per idea. Non appena il fronte si appoggia all'arco alpino occidentale, scarica una quantità industriale di pioggia sulla Savoia ( il "mal di Francia"), mentre sui nostri versanti non passa niente, o passa poco.

La riflettività dei radar si accende sulle Alpi, magari anche sulle Prealpi, oltre a qualche zona di pianura piu a nord, mentre tutte le altre regioni stanno a guardare.

Al mattino seguente, la perturbazione è già sull'Austria e per l'Italia si è consumata l'ennesima beffa!

Quello che vi abbiamo appena raccontato rappresenta il destino di una perturbazione da ovest negli ultimi tempi. Non si tratta di un problema solo attuale, in quanto già in passato l'Italia ha sofferto di questa situazione, con le perturbazioni incapaci di penetrare sul Mediterraneo.

Da cosa deriva questa allergia delle perturbazioni al Mare Nostrum? Se vogliamo analizzare la situazione attuale, si nota una linea di convergenza tropicale (ITCZ) posizionata troppo a nord. Questo "sfasa" letteralmente la posizione degli anticicloni, che si trovano in posizione piu settentrionale del normale.  

Le perturbazioni atlantiche sono certamente volenterose, ma sono spesso pigre e preferiscono muoversi in territori preferenziali, così da fare meno fatica.

Se il corridoio preferenziale va dal Vicino Atlantico all'Europa centrale, i fronti perturbati non ci pensano due volte ( ricordatevi che la natura è OPPORTUNISTA, non MAGNANIMA!). Meglio ingaggiare un duello con l'alta pressione mediterranea ( con il rischio molto alto di perdere la battaglia) , oppure sfilare in maniera liscia verso est, infischiandosene dell'Italia? E' palese che la seconda opzione è quella scelta.

Una domanda allora ci sorge spontanea: quando riusciremo a vedere transitare sull'Italia una perturbazione come questa?

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum