Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ritorna l'anticiclone delle Azzorre, ma...

La circolazione atmosferica europea ritorna di tipo zonale, vedendo a livello medio continentale il ripristino (probabilmente temporaneo) di una circolazione di stampo oceanico non solo sull'Europa ma anche sul Mediterraneo. A livello taliano questo cambio di regia passerà attraverso una leggera flessione della colonnina di mercurio, anche se a livello generale persisteranno ancora la calura ma senza i picchi termici eclatanti raggiunti i giorni scorsi. Appare probabile anche l'intervento di qualche episodio d'instabilità concentrata soprattutto al nord-est e lungo i settori adriatici.

In primo piano - 9 Luglio 2015, ore 17.45

L'intenso sistema temporalesco che nella giornata di ieri, mercoledì 8 luglio, ha investito le regioni di nord-est, provocando persino la formazione di un vero e proprio tornado, può essere considerato come la diretta conseguenza di un cambio di guardia tra l'anticiclone africano che tende a perdere di importanza e quello delle Azzorre che tornerà ad essere preponderante sulla circolazione atmosferica attesa nei prossimi giorni.

Tende infatti ad attenuarsi l'intenso forcing dinamico che ha portato alla strutturazione della violenta onda d'aria calda che ci ha tenuto compagnia tra la fine di giugno e la prima decade di luglio. Nei prossimi giorni la distensione zonale, cioè il rinforzo della corrente a getto occidentale sull'Europa, riporterà l'alta pressione azzorriana sul bacino del Mediterraneo.

Quest'ultima sarà caratterizzata da temperature sempre piuttosto calde, il surriscaldamento delle acque sul Mediterraneo determinato dalla recente parentesi di calura africana, tenderà infatti ad agevolare una certa "inerzia termica" che non permetterà una discesa netta della colonnina di mercurio anche se comunque i valori termici non saranno più così eclatanti come quelli avuti nelle giornate precedenti, ma del resto siamo nel mese di luglio, quello più estivo per eccellenza, pretendere una grande frescura sarebbe un po' come bruciare le tappe prima del tempo.

In virtù di quello che pare preannunciarsi come un collasso dell'anticiclone africano, il ritorno della circolazione occidentale spingerà l'attività ciclonica oceanica a due passi dall'Italia; a questo punto basterà una modesta ondulazione della corrente a getto polare per portare episodi di instabilità anche sul nostro Paese. In questo quadro sinottico, la maggiore tenuta dell'anticiclone sui settori occidentali del continente, esporrebbe ancora una volta I SETTORI ORIENTALI della penisola all'instabilità che prevarrebbe a scapito dei settori più occidentali.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.24: SS38 Dello Stelvio

blocco

Chiusura notturna nel tratto compreso tra 3,668 km dopo Incrocio Sondalo (Km. 83,3) e 891 m prima d..…

h 04.47: A11 Firenze-Pisa

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Montecatini (Km. 39) e Barriera Di Pisa Nord (Km. 81) in..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum