Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

RIFIUTI: Il futuro è nella dissociazione molecolare!

Il processo della dissociazione molecolare è la soluzione più ecologica nel processo di smaltimento dei rifiuti e di produzione di energia in quanto non crea diossine o sostanze inquinanti. Si tratta di un processo termo-chimico che consiste nella scomposizione della sostanza organica, in modo da trasformarla in forma gassosa.

In primo piano - 3 Aprile 2007, ore 09.12

Per lo smaltimento dei rifiuti solidi che ormai stanno soffocando le nostre città, l'alternativa più ecologica rispetto ai classici inceneritori o ai termovalorizzatori, sembra rappresentata da una nuova tecnologia, quella della dissociazione molecolare, che risulterebbe più economica, meno invasiva sul territorio e soprattutto molto meno inquinante. La suddetta tecnologia, opera con poco ossigeno e a temperature non superiori a 400 gradi, contro i circa 1300 gradi degli inceneritori. La lavorazione a basse temperature, esclude la formazione di diossine, evitando così la contaminazione ambientale sia aerea che idrica. Infatti, l'emissione di polveri è inferiore di 100 volte rispetto agli inceneritori, mentre non si misura alcuna diossina. Tutti gli altri inquinanti, come i composti dello zolfo, gli ossidi di azoto, il velenoso monossido di carbonio, diminuiscono alla metà o a un terzo, mentre i metalli pesanti si riducono di 50 volte. Una tecnologia molto efficiente: l'impianto di dissociazione molecolare dei rifiuti trasforma in energia ben il 97% della sostanza organica, contro il 70% scarso degli inceneritori. La disponibilità di un vettore energetico come il SynGas, prodotto dall'impianto, consente inoltre la trasformazione di questo in idrogeno ed il suo successivo utilizzo attraverso i più innovativi sistemi di generazione elettrica, come le celle a combustibile, in grado di generare energia elettrica con efficienze di gran lunga superiore a qualunque altro dispositivo. La dissociazione molecolare dei rifiuti è quindi una tecnologia, dimostrata dalla operatività in situazioni reali, estremamente efficiente, affidabile, flessibile e adattabile alle diverse esigenze, compatibile con la massima raccolta differenziata e il recupero della più elevata frazione dei manufatti e dei materiali, in grado di eliminare tutti gli impatti ambientali negativi prodotti dall'incenerimento dei rifiuti. Rimanendo la priorità quella di massimizzare la raccolta differenziata, perché recuperare i materiali è comunque più importante ed economico che produrre energia, è stato finalmente dimostrato senza dubbio e riserva che esistono tecnologie perfettamente funzionanti in grado di superare l'incenerimento dei rifiuti, che funzionano anche in piccole unità e quindi non richiedono il trasporto di rifiuti a lunga distanza. Tuttavia i rifiuti adatti al trattamento sono solo di origine organica, infatti le basse temperature del processo non sono normalmente sufficienti ad evaporare i metalli. La gran parte dei metalli infatti alla temperatura di 400°C non raggiungono neppure il loro punto di fusione rimanendo praticamente inalterati durante il processo.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 10.23: A52 Tangenziale Nord Di Milano

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo SS36 Del Lago Di Como:..…

h 10.22: A24 Roma-Teramo

controllo-velocita

Controllo velocità nel tratto compreso tra Colledara-San Gabriele (Km. 136,3) e Barriera Di Teramo..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum