Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ribaltone previsionale dell'ultima ora; ecco tutte le novità

Articolo dettagliato in merito al brusco viraggio previsionale che quest'oggi caratterizza sia la previsione del modello americano, sia quella del centro di calcolo europeo. Passi in avanti verso una dinamica invernale bene assestata ma servono ancora diverse conferme.

In primo piano - 24 Dicembre 2015, ore 17.00

Quest'oggi ritroviamo a commentare con nostro stesso stupore, un'evoluzione ancora assai incerta per quanto concerne il periodo relativo agli ultimi giorni del dicembre 2015; la linearità di una previsione che, sino a poche ore fa sembrava ormai sicura, si scontra con un improvviso cambio di rotta che caratterizza sia la previsione del centro di calcolo europeo, sia la linea di tendenza del modello americano ma di cosa si tratta precisamente? 

Nei giorni scorsi abbiamo speso molte parole in merito alla possibilità d'avere un'azione di disturbo a carico del Vortice Polare che si sarebbe manifestata attraverso una risalita dell'alta pressione verso le elevate latitudini settentrionali d'Europa. Tuttavia, sino agli aggiornamenti di ieri, mercoledì 23 dicembre, sembrava che tale dinamica potesse spegnersi prematuramente, senza colpo ferire, "divorata" e spazzata via da un nuovo rinforzo delle vorticità zonali che dall'oceano Atlantico settentrionale si sarebbero poi espanse nuovamente verso l'Europa. Inutile dire come una simile evoluzione non avrebbe portato nessuna particolare ripercussione sullo stato del tempo europeo che avrebbe potuto proseguire ad oltranza entro gli standard attuali. 

Quest'oggi abbiamo tuttavia a che fare con un ribaltone previsionale abbastanza deciso che riguarda sia la previsione del modello europeo, sia quella del modello americano. L'onda di calore diretta alle latitudini polari sarebbe più intensa ed energica rispetto quanto preventivato inizialmente, l'aria gelida discesa sulla Russia e sull'est europeo potrebbe quindi spingersi più ad ovest del previsto. 

Al momento quindi, le evoluzioni che possiamo attenderci per il periodo di Capodanno sono essenzialmente DUE, l'una opposta all'altra. 

IPOTESI UNO: come un meccanismo che ricomincia da zero, l'attenuazione della tensione zonale conseguente una nuova, temporanea ripresa del flussi di calore verso le latitudini settentrionali, non sarebbe sufficiente ad interrompere il moto d'inerzia che il Vortice Polare ha acquistato in queste ultime settimane. In buona sostanza, la brusca interruzione della blanda dinamica meridiana attesa nei prossimi giorni, tornerebbe a proporre un nuovo rinforzo della corrente a getto zonale sull'Europa.

In questo caso l'andamento delle condizioni atmosferiche a cavallo tra la fine di dicembre e l'esordio del gennaio 2016, comprenderebbe quindi il mantenimento di standard termici votati alle temperature miti, accompagnate da condizioni atmosferiche tendenzialmente anticicloniche. Questa ipotesi al momento ha un buon 60% di probabilità di realizzarsi. 

IPOTESI DUE: un'onda anticiclonica assai più potente rispetto quanto preventivato negli aggiornamenti di appena 24 ore fa, "conterrebbe" le vorticità zonali sull'oceano Atlantico, dirottandole come un fiume in piena verso le regioni polari e subpolari. Creazione di una dinamica caratteristica di SCAND POSITIVO, forte raffreddamento del comparto scandinavo seguito a ruota dai settori est europei. Propagazione del freddo sin verso il Mediterraneo e forse sull'Italia. In questo frangente sarebbe possibile anche un'interazione tra aria fredda continentale e flusso atlantico umido e temperato con neve a bassa quota. Questa ipotesi ha un'affidabilità di circa il 10-15%. 

Il rimanente 25% lo lasciamo ad altre possibilità al momento difficilmente prognosticabili.

Novità importanti nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.52: SS28 Del Colle Di Nava

frana rallentamento

Traffico rallentato causa frana nel tratto compreso tra Incrocio Pontedassio (Km. 133,4) e Incrocio..…

h 01.42: A1 Roma-Napoli

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Pontecorvo (Km. 658,3) e Caianello (Km. 700,8) in entrambe le dir..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum