Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

REPORTAGE: un sabato di neve da Milano alla Baviera

Un sabato avventuroso tra l'Italia, la Svizzera e la Germania.

In primo piano - 28 Novembre 2005, ore 14.03

L'ultima neve è oramai un ricordo, una spolverata comparsa inaspettata nel deserto dell'Arizona durante un forte temporale di Agosto. Quella più recente è quella che da qualche giorno ormai si vede cliccando le webcam di Meteolive.it, dalle copiose nevicate del centro sud (chi ormai non conosce Capracotta), alle tristissime immagini dei cannoni che sulle Alpi sparano da una settimana creando bianchi squarci su una tela di colori sbiaditi di un autunno che ormai è passato. Sabato 26 novembre sembra la volta buona per aprire le danze di un inverno degno di essere chiamato tale. Il mio fedele termometro segna in Milano città -1, per diventare -3 in tangenziale e quindi improvvisamente 0 a Vimercate, quando appena fuori dal tunnel qualche fiocco bianco sin intravede dai vetri della mia Polo. Merate, -1, ore 9.10.è neve vera. Sono fiocchi asciutti e di medie dimensioni. Sulla strada non attacca, ma il colore degli alberi, dei tetti e delle macchine viene lentamente sostituito dal bianco candido di questa bella nevicata prevista dagli amici di Meteolive. L'occasione è troppo ghiotta per starsene a casa, in testa oramai un chiodo fisso...troppi mesi sono passati di astinenza, è ora di godersi questa bella nevicata e questo assaggio di inverno. Rapidamente disdico tutti gli appuntamenti per il week end, mentre in testa già sto passando in rassegna l'itinerario. Sono le 10 di sabato mattina, rinuncio a tutti tranne una visita alla nonnina, da poco 84enne. Destinazione Milano Mac Mahon dove alle 11 i fiocchi di medie dimensioni lasciano spazio a una nevicata degna di nota. E' asciutta, è grossa, è neve vera! La nonna rimane attaccata alla finestra, anche lei affascinata da questa intensa nevicata. Ricorda i giorni del passato, quando nevicava prendeva il tram con il papà che la portava al castello a giocare con la neve insieme agli altri bambini. Anche se affascinato dal racconto, so di non poter ritardare; il viaggio sarà lungo e impegnativo, devo sbrigarmi. Devo ancora organizzare con la fidanzata che abita a Varese. Ore 11.40 saluto la nonnina, salto in macchina. Fuori continua a nevicare.sempre la bella neve di prima. Al casello di Milano nord, alle 12:00, siamo a zero gradi e la visibilità è ridotta a causa della fitta nevicata. Sono già in ritardo; pensavo di partire a mezzogiorno da Varese. La neve è attaccata ai cartelli stradali, ai guard-rail in metallo e a quelli in cemento. Gli alberi sono bianchi e l'asfalto diventa bianco. A Busto Arsizio, alle 12:15, temperatura -1, l'intensità della nevicata diminuisce sempre più fino quasi a smettere. A Varese siamo a -2 gradi, la città è ammantata dalla nevicata di venerdì. Intanto riprende a nevicare. Il paesaggio che contorna la strada che porta al paese di Francesca ricorda le cartoline; tutto è bianco e silenzioso, la neve sembra non volersi staccare dagli alberi e da ogni oggetto che ricopre. E' la prima volta che percorro la strada per Velmaio in una cornice così bella. Alle 14:30 partiamo per la nostra destinazione finale: Neuschwanstein, il famoso castello di Ludovico II di Baviera. Poco distante da Velmaio c'è Viggiù e quindi Gaggiolo, il confine con la Svizzera. La neve ci accompagna con la stessa intensità. La temperatura aumenta prima a -1 a Mendrisio e poi a +1 a Lugano dove la neve è leggermente più bagnata. L'autostrada è sempre "pulita" e sgombera da Neve. anche sul Monte Ceneri (dove siamo tornati a -1) la neve continua a scendere e ad imbiancare il paesaggio. Dopo Bellinzona comincia l'avventura. La temperatura comincia a diminuire man mano che ci allontaniamo dalla città dei castelli, il nero dell'asfalto lascia presto posto al bianco della neve. Fortunatamente i pneumatici invernali fanno il loro dovere e garantiscono sempre una perfetta aderenza al suolo: impossibile procedere senza. Anche con le catene sarebbe davvero difficoltoso, oltre che estremamente lento e dannoso per la macchina. L'autostrada del San Bernardino ha un fascino particolare; si tratta di una strada statale (una corsia sola molto larga per senso di marcia) che sale velocemente dai 200 mt circa di Bellinzona ai 1600 metri in corrispondenza del Tunnel. Alti viadotti e ampi tornanti sono contornati da una lussuriosa vegetazione alpina e da alte vette che segano il confine tra i Grigioni e il Canton Ticino. La neve, se pur più fine e meno intensa rispetto a prima, continua a cadere e accompagnarci in questo viaggio; in soli venti minuti raggiungiamo il punto più alto della nostra traversata. Il traffico è praticamente assente. Quale altro pazzo si avventurerebbe in questo viaggio proprio oggi, quando telegiornali e media sconsigliano di mettersi in macchina? Entrati nel tunnel la temperatura schizza dai -6 gradi a +12 e, nel corso dei 7 km da percorrere rigorosamente a 80 km/h scommettiamo con Francesca sul tempo che troveremo sul versante nord alpino. In realtà sapevo che le cose non sarebbero cambiate..Yorniamo a -5 gradi, nevica e l'autostrada è del colore dei prati che ci circondano: bianca. Solo a Thusis, dove finisce la traversata e la discesa, le cose cambiano. Smette improvvisamente di nevicare e si alza un discreto vento. Temperatura è -1 (con un Wind Chill di almeno 10 gradi!!!). Nonostante la penombra che precede la notte si nota perfettamente che anche qui ha nevicato in quanto il panorama è invernale con prati e tetti delle case completamente imbiancati, la strada è sgombera dalla neve e si può procedere spediti. Alle 16.45 ci fermiamo all'autogrill "Heidiland" dove ci concediamo una sosta e una merenda a base di Cioccolata Calda e Torta svizzera. Fuori -2 gradi. Alle 17.45 attraversiamo il Reno, che segna il confine tra Svizzera e Austria. Spuntano alcune stelle. Circa 5 cm di neve coprono ogni cosa. La temperatura sale a 0 gradi, complice il vicino Bodensee (lago di Costanza) e il suo effetto mitigatore. Dopo soli 20 km di autostrada austriaca, un lungo tunnel in corrispondenza della località lacustre di Bregenz segna il confine con la Germania. In soli 25 km abbiamo passato 2 confini, in 3 ore siamo passati dall'Italia, alla Svizzera, all'Austria per trovarci in Germania, costeggiando per una decina di Km il confine con il Lichtenstein. magie europee! Ci lasciamo alle spalle il lago di Costanza. L'autostrada in Germania non ha limiti di velocità (se non indicato il contrario). In pochi chilometri percorsi a 180 km/h la temperatura scende velocemente da 0 gradi a -5. Alle 18.20 lasciamo l'autostrada per addentrarci nelle amene colline dell'Allgau, una splendida e verde regione ai piedi delle alpi. Non possiamo vedere il panorama, ma possiamo vedere che qui una recente nevicata a coperto tutto con uno strato di neve variabile tra i 10 e i 20 cm. La temperatura oscilla tra i -3 e i -7 gradi nel corso dei 70 km che ci separano dalla nostra meta. Attraversiamo Isny, passiamo vicino a Kempten e arriviamo a Fuessen alle 19:30. Ci sono 6 gradi sottozero e aghi di neve cadono intensi dal cielo. Sullo sfondo si staglia l'immagine illuminata del castello di Neuschwanstein immerso nella neve. 15/20 cm di neve coprono strade e ogni altra cosa Con un sorriso sul volto varchiamo la soglia della nostra Gasthouse dove ci accoglie una calda zuppa e un ottimo stinco di maiale. Poco dopo ci rilassiamo in una rigenerante sauna ripensando ai 600 km percorsi e ad una splendida giornata trascorsa all'insegna della Neve. Riepilogando: 8.30 - Milano, Coperto -3° C 9.00 - Merate, Neve -1° C 11.00 - Milano, Neve 0° C 12.00 - Milano, Neve 0° C 12.15 - Busto Arsizio, Coperto -1° C 12.30 - Varese, Neve -2° C 13.00 - Velmaio (VA), Neve -2° C 14.30 - Giaggiolo (CH), Neve -2° C 14.45 - Mendrisio, Neve -1° C 15.00 - Lugano, Neve +1° C 15.45 - San Bernardino (CH), Neve -6° C 16.00 - Thusis (CH), Coperto -1° C 17.00 - Coira (CH), Sereno/Ventoso -2° C 18.00 - Bregenz (A), Nuvoloso/Ventoso 0° C 19.30 - Fuessen (D), Neve -6° C

Autore : Matteo Stefani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.32: Roma Via Brunate

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente sulla Via Stresa…

h 14.31: A14 Pescara-Bari

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Val Di Sangro (Km. 422) e Vasto Nord-Casalbordino (Km. 437,3) i..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum