Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quello che dicono di sbagliato...sui TEMPORALI!

Le considerazioni errate e quelle corrette.

In primo piano - 11 Agosto 2015, ore 11.37

Considerazione errata: "Non abitiamo negli Stati Uniti, dunque siamo al riparo dai tornado".
Risposta da memorizzare: "non è vero che siamo al riparo: la Valpadana ad esempio è una delle aree a maggior rischio europeo di tornado. Per convenzione per tromba d'aria si può intendere un tornado di piccole dimensioni, molti catalogano erroneamente come tromba anche le violente e turbinanti raffiche di vento che si originano all'inizio dei temporali più forti dalle discendenze dell'aria fredda che dilaga al suolo.  Soffermiamoci invece a considerare la tromba d'aria intesa come imbuto o proboscide tornadica: essa non ci dice nulla sulla reale forza di impatto del tornado. Sono state osservate piccole proboscidi ma danni ingentissimi. Dunque non esiste una regola".

Considerazione errata: "Sono rare le nubi a muro in Italia e dunque non si formano tornado devastanti".
Risposta da memorizzare: "E' vero che le supercelle sono meno frequenti nel nostro Paese rispetto ai temporali multicellulari, ma si possono formare dei tornado anche dalle turbolenze della nube a mensola che accompagna un semplice temporale. Certamente i tornado non mesociclonici saranno più difficili da scorgere, in quanto sul radar non comparirà alcun eco ad uncino e all'esterno non sarà visibile la nube a muro."

Considerazione errata: "La tromba marina è un tornado ed è pericolosissima"
Risposta da memorizzare: "Assolutamente no; la tromba marina si forma più facilmente poichè non incontra ostacoli sul suo cammino ma è molto meno potente di un tornado e soprattutto può essere classificata come tornado solo quando raggiunge la terraferma. Le trombe marine, per quanto pericolose, non raggiungono la forza di un tornado per il minor scarto termico esistente tra mare e colonna d'aria sovrastante, ma stategli comunque lontano".

Considerazione errata: "le trombe d'aria non si formano mai in montagna"
Risposta da memorizzare: "la regola vale per i grandi sistemi montuosi ma non per le colline e le zone pedemontane, il vortice ha bisogno di molto spazio senza ostacoli per continuare ad essere attivo; da notare però che una collina non riesce a destrutturare il vortice; quindi ad esempio Langhe, Monferrato, Murge potrebbero essere teatro del passaggio di un tornado".

Considerazione errata: "Un forte vento proveniente dalla direzione in cui sta arrivando il temporale indica che ci arriverà addosso in modo violentissimo con fenomeni intensi"
Risposta da memorizzare: "Non necessariamente; se il temporale non dà l'impressione di muoversi contro vento, risucchiando cioè aria umida dalle zone circostanti, sarà assai facile assistere ad un temporale di modesta o solo moderata intensità. Se infatti l'aree delle discendenze invade subito quella delle ascendenze i cumulonembi tenderanno rapidamente a sciogliersi in pioggia, il temporale si indebolirà e non farà nemmeno molto strada".


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum