Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quanto durerà l'anticiclone? Sino a Natale?

E' probabile che dopo la metà del mese ci sia un abbassamento del flusso zonale atlantico e qualche ondulazione capace di produrre un più significativo cambiamento del tempo.

In primo piano - 30 Novembre 2015, ore 08.42

Se non intervengono irruzioni artiche degne di note, l'inverno lo fa l'anticiclone, c'è poco da fare e lo fa sulle pianure, nei fondovalle alpini e nelle valli interne del centro e localmente del sud, lo fa soprattutto dove c'è nebbia, dove si concentra dunque aria umida che genera brinate grazie al cielo sereno presente durante la notte.

Ed è molto più inverno così che con le perturbazioni atlantiche, perché se prevale un flusso mite si torna all'autunno e quelle che arrivano in montagna dalle quote medie sono appunto nevicate autunnali.

Ora ci aspetta un periodo praticamente invernale anticiclonico ma con mitezza sulle zone alpine più elevate, sulle coste e sulle isole e freddo e nebbioso su molte zone di pianura con qualche disturbo durante il week-end dell'Immacolata in cui si arriva persino ad ipotizzare qualche debole precipitazione qua e là.

Per il resto fintanto che il flusso zonale non interverrà abbassandosi di latitudine in maniera seria, governerà il tempo l'anticiclone e questo non accadrà che durante la seconda decade del mese: ce lo dicono gli indici descrittivi come AO e NAO che ci informano sullo stato di salute del vortice polare e sulla ripartizione pressoria anche sul Continente europeo.

Ci viene suggerito un lieve indebolimento del vortice polare con possibile penetrazione di saccature atlantiche e di conseguenza di qualche perturbazione carica di piogge (di stampo autunnale) e di qualche nevicata alpina.

Un'irruzione fredda nord-sud, come quella osservata nei giorni scorsi, ancora non si vede. In pratica le configurazioni previste vanno a braccetto con la linea di tendenza stagionale espressa dal modello europeo che vede per metà dicembre e almeno sino a Natale precipitazioni in arrivo al nord e al centro in un contesto mite.

Nonostante alcune divergenze, i modelli sembrano sostanzialmente avviarsi a proporre una circolazione da ovest con lento indebolimento dell'anticiclone, ma con passaggi piovosi veramente efficaci solo dal 12-14 dicembre in poi.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.33: SS17 Dell'appennino Abruzzese E Appulo-Sannitico

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra 1,839 km dopo Incrocio Rocca Di Corno (Km. 10,2)..…

h 01.13: A23 Palmanova-Tarvisio

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Udine Sud-Tangenziale (Km. 13,6) e Pontebba (Km. 92,4) in ent..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum