Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quanti temporali in mare aperto!

Celle singole o sistemi multicellulari, numerosi episodi temporaleschi si sono registrati in mare aperto negli ultimi giorni.

In primo piano - 7 Ottobre 2005, ore 10.49

Ad occhi poco appassionati di meteo l'insistenza di questa depressione con annesse piogge sta procurando solo fastidi interminabili e anche un velo di malinconia vista la scarsa presenza del sole. Chi invece ha un po' di familiarità con la materia starà avendo sicuramente di che deliziarsi in questi giorni proprio per i numerosi spunti didattici offerti da un vortice praticamente stazionario. Innanzitutto, in base alle zone di residenza, si sarà fatto un ripasso sulle correnti e le condizioni favorevoli alle precipitazioni e quelle invece contrarie. Inoltre avrà constatato come in presenza di blocchi anticiclonici e di una buona dose di carburante (aria fredda in quota), l'azione di una singola depressione può durare anche più di una settimana. L'aspetto però probabilmente più spettacolare è l'elevato numero di temporali. Tra tutti quelli formatisi solo una piccola parte ha raggiunto la terraferma, la stragrande maggioranza nasce e muore in mare aperto creando dei disagi solamente alla navigazione. Chi vive sulle coste poi avrà notato di notte i numerosi bagliori e flash in direzione del mare, a sottolineare la notevole e apparentemente inesauribile attività elettrica. Come mai questa predilezione per il mare? Semplice, si tratta di un'ulteriore conferma che le materie prime per il temporale sono il calore e il vapore, presenti in gran quantità proprio sul mare. A terra infatti le piogge cadute negli ultimi giorni hanno determinato un certo raffreddamento del suolo e al copertura nuvolosa ha ridotto al minimo l'insolazione diurna. Di conseguenza i temporali si sviluppano in mare e vengono sospinti dalle correnti verso la costa ma penetrando all'interno tendono a trasformarsi in rovesci venendo a mancare una parte essenziale dell'alimentazione dal basso.

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum