Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quante possibilità ancora ci sono per la rinfrescata di lunedì?

Cattive notizie quest'oggi per chi si attendeva un tipo di tempo più dinamico e fresco soprattutto per il nord. Vediamo perchè.

In primo piano - 25 Luglio 2012, ore 17.00

Sino alla giornata di ieri sembrava abbastanza probabile il passaggio di una saccatura organizzata al settentrione in grado di portare con se un intenso peggioramento del tempo su diverse zone. Il transito della saccatura colma di aria fredda in quota era prevista tra le giornate di domenica 29 e lunedì 30. Questa figura di bassa pressione avrebbe introdotto parecchia aria fredda provocando un'ulteriore battuta d'arresto dell'estate segnatamente al nord.

Questa mattina ritroviamo una sostanziale smentita di questa previsione a favore di una maggiore persistenza anticiclonica che limerà notevolmente le probabilità di temporali anche per il nord. A tal proposito l'unico momento in cui si potrà assistere a qualche episodio, segnatamente per alcuni settori piemontesi, sarà il pomeriggio-sera di sabato.

Su quella fascia oraria un calo dei geopotenziali provocato dalla discesa di una depressione sino alla Francia esporrà le regioni di nord-ovest ad un modesto flusso di correnti sud-occidentali a media quota.

Come mai il peggioramento previsto a cavallo tra questa settimana e la prossima fallirà?

Come spesso succede specialmente durante il periodo estivo, i modelli hanno sbagliato ad interpretare la reale tenacità anticiclonica presente sul Mediterraneo in questo periodo dell'anno. La goccia fredda sprofondata al meridione non è stata sufficiente a far rientrare almeno in parte l'anomalia termica positiva che da almeno un mese attanaglia le regioni del centro-sud.

In questo stato di cose il peggioramento tra domenica e lunedì non è stato cancellato dalle carte. I modelli si sono limitati a collocare questo passaggio su alcune zone termicamente più favorevoli ad accogliere un passaggio di questo tipo. Con le previsioni attuali i fenomeni maggiori saranno tutti oltralpe. La Francia e la Germania saranno i due stati candidati ad assistere alla fenomenologia maggiore mentre gran parte del nord starà a guardare.

Gli effetti di questo passaggio, peraltro molto limitati, saranno relegati a qualche modesto temporale sui settori alpini e prealpini. Se per la giornata di sabato qualche timido temporale tenterà un approccio alle pianure, diventano scarse o nulle le probabilità di un coinvolgimento delle zone pianeggianti nelle giornate di domenica e lunedì.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum