Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quando la neve NON attacca al suolo

Due casi in cui è difficile poter vedere la neve fermarsi al suolo.

In primo piano - 6 Marzo 2009, ore 09.24

Immaginiamo una AVVEZIONE di ARIA calda in quota (temperatura dell'aria nel vostro punto di osservazione compresa tra 1°C e 3°C e colonna d'aria con qualche leggera inversione di temperatura ma sempre attorno ad una media di +0.5°C), terreno non gelato. In cielo le nubi si distinguono nettamente, può verificarsi pioggia mista a neve, con neve piccola, cristalli malformati o cristalli dendritici più grossi semi-fusi o impregnati d'acqua che si sciolgono al contatto con il suolo, nessuna traccia di neve al suolo. La pioggia si scorge più o meno nitidamente tra i fiocchi o si può osservare dalle pozzanghere. Nei momenti in cui la neve prevale non riesce comunque a formare alcuno strato di poltiglia nemmeno sui parabrezza delle macchine e sugli ombrelli, rapido passaggio a condizioni totalmente piovose. Immaginiamo invece una nevicata da MODERATO FRONTE FREDDO: (temperatura dell'aria nel vostro punto di osservazione compresa tra 2°C e 4°C e colonna d'aria con -0.5°C a 1500m e omotermia negli strati più bassi con valore termico medio attorno a +0.4°C), terreno bagnato, le nubi sono maggiormente compatte ma si distinguono ancora, neve molto bagnata, a tratti mista a pioggia oltre i 2°C se il rovescio non è intenso, prevalenza di fiocchi dendritici, piastre con prolungamenti dendritici, piastre con dendriti. La neve si ferma giusto sui parabrezza ma scivola nella zona dei tergicristalli, forma poltiglia sui tetti delle macchine, si trovano tracce nell'erba, gli ombrelli si imbiancano appena, al suolo la vita di un fiocco dura mediamente pochi secondi, rapido metamorfismo in poltiglia sino a divenire acqua. In caso di aria più fredda in quota (-2°C), possibile raffreddamento anche al suolo con neve che attecchisce con sempre maggiore facilità (specie se i rovesci sono forti) sui rami degli alberi, sui tetti, sugli ombrelli, si ferma sull'erba, non scivola più sui parabrezza e crea poltiglia sull'asfalto. Tende però rapidamente a scomparire con l'attenuazione dei fenomeni. il passaggio del fronte freddo è oltretutto generalmente di breve durata 3-4 ore circa.

Autore : Alessio Gtosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 19.31: SS17 Dell'appennino Abruzzese E Appulo-Sannitico

incidente

Incidente a 10,695 km prima di Incrocio Rocca Pia (Km. 120,2) in entrambe le direzioni…

h 19.29: A26 Genova-Gravellona Toce

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Casale Monferrato Sud (Km. 89,6) e Casale Monferrato Nord (Km. 94..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum