Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quando il mare si agita...

Mare e vento: una combinazione importante per la genesi di una mareggiata. Nei prossimi giorni ne sentiremo sicuramente parlare.

In primo piano - 15 Dicembre 2011, ore 14.57

Nei prossimi giorni il mare farà sicuramente parlare di sè. La perturbazione in arrivo dalla Francia agiterà non poco i nostri bacini, previsti in cattive condizioni almeno fino alla giornata di sabato.

Si prevedono mareggiate notevoli in prossimità della Sardegna e su buona parte delle coste liguri e tirreniche.

Quante volte avete assistito ad una mareggiata? Sicuramente per chi abita in prossimità delle coste non è un evento così infrequente, soprattutto in autunno e in inverno.

Nella maggior parte dei casi una mareggiata è accompagnata da vento forte, che soffia in genere dal mare verso la costa. In questo caso le onde si "alzano" all'aumentare dell'intensità del vento, dando luogo al cosiddetto "mare vivo".

Le onde di "mare vivo" sono in genere piuttosto corte, irregolari e spesso si "rompono" alla loro sommità, dando luogo alle famose "creste".

Il mare, tuttavia, può presentare onde di altezze considerevoli anche in assenza di vento sul luogo. Questo capita spesso davanti a bacini piuttosto ampi o sulle coste degli oceani. La presenza di burrasche lontane, magari a molte miglia al largo, possono generare onde molto alte, che in seguito si muovono in direzione di aree dove il vento non soffia.

In questo caso si parla di "mare morto" o "lungo". Le onde di "mare morto" sono spesso decisamente lunghe, prive di creste e possono causare grossi problemi nei porti a causa della risacca.

La Scala DOUGLAS misura in sostanza l'altezza delle onde in caso di mare vivo e anche la loro lunghezza in caso di mare morto, con valori compresi tra 0 e 9.

La scala Beaufort, forse più conosciuta, riguarda solo la forza del vento ed i suoi effetti sul mare, non prendendo in cosiderazione il "mare morto". Essa ha valori compresi tra 0 e 12.

SCALA DOUGLAS MARE VIVO Forza 0: si parla di mare calmo. Forza 1: mare quasi calmo ( altezza delle onde fino a 10 cm) Forza 2: mare poco mosso ( altezza delle onde fino a 50cm) Forza 3: mare mosso ( altezza delle onde fino a 1 metro e 25 cm) Forza 4: mare molto mosso (altezza delle onde fino a 2 metri e mezzo) Forza 5: mare agitato ( altezza delle onde fino a 4 metri) Forza 6: mare molto agitato ( altezza delle onde fino a 6 metri) Forza 7: mare grosso ( altezza delle onde fino a 9 metri) Forza 8: mare molto grosso ( altezza delle onde fino a 14 metri) Forza 9: mare tempestoso (altezza delle onde oltre i 14 metri).

Ricordiamo che il mare in sè non ha forza! E' il vento che, con la diversa intensità, gonfia onde piu o meno alte.
 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum