Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quando arriveranno le classiche piogge autunnali?

Cerchiamo di capire se nell'ambito delle previsioni per i prossimi giorni si possono vedere segnali di un cambiamento duraturo, con piogge abbondanti sul territorio italiano.

In primo piano - 10 Ottobre 2003, ore 10.31

Si è appena concluso un periodo di tempo estremamente variabile, con perturbazioni moderate o forti che si sono alternate a qualche giornata più gradevole; adesso stiamo tornando lentamente ad una fase meteorologica con condizioni più stabili, grazie alla graduale espansione dell’anticiclone delle Azzorre dall’Atlantico verso le nostre regioni. Ampliando il nostro sguardo su tutta l’Europa e l’Oceano possiamo però affermare che tutte le grandi figure bariche (compresa la depressione d’Islanda) entro 48-72 ore assumeranno una posizione ed una forma piuttosto stabili, che manterranno per diversi giorni. Cosa vogliamo dire con questo? Che stiamo per entrare in una fase “statica” del tempo sul Continente, a causa del progressivo rallentamento delle correnti a getto in alta quota, ed alla loro tendenza ad ondulare vistosamente lungo i meridiani. Ma quale sarà allora la posizione “finale” delle alte e delle basse pressioni? L’anticiclone delle Azzorre tornerà rapidamente sull’Atlantico, ma lascerà in eredità sull’Europa centrale (e su buona parte dell’Italia) una cellula anticiclonica che entro 48 ore andrà ad invadere anche la Scandinavia; sull’Oceano, l’Europa orientale ed il Mediterraneo meridionale invece domineranno le depressioni, con perturbazioni di moderata intensità che insisteranno praticamente sempre sulle stesse zone per almeno 5-6 giorni. Pertanto le speranze di piogge abbondanti per la Penisola Italiana si ridurranno di molto per i prossimi 7-10 giorni? Basandoci sulle ultime elaborazioni a nostra disposizione sembra proprio di si; tuttavia alcuni corpi nuvolosi, generati dal contrasto fra aria fresca nei bassi strati in arrivo dai Balcani, ed aria più mite in quota dall’Atlantico, potranno transitare su alcune delle nostre regioni. In tali occasioni non dovrebbero però verificarsi piogge consistenti (se non sulle Isole Maggiori nella prima parte della prossima settimana); anzi con tutta probabilità le nubi in transito si riveleranno in gran parte innocue. Se ci saranno novità nella previsione comunque vi aggiorneremo prontamente.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.51: A24 Roma-Teramo

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Valle Del Salto (Km. 75,2) e L'aquila Ovest (Km. 101) in..…

h 03.50: A24 Roma-Teramo

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Assergi (Km. 116,7) e L'aquila Est (Km. 106,8) in direzione..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum