Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quali sorprese potrebbe riservarci il tempo atmosferico tra fine luglio ed inizio agosto?

Dopo la goccia fredda che interesserà per diversi giorni la penisola italiana, la situazione si fa più incerta. Proviamo a lanciare una linea di tendenza per la fine di luglio ed i primi giorni di agosto.

In primo piano - 20 Luglio 2012, ore 17.00

Quella che avverrà sul nostro Paese e sul Mediterraneo centrale potrebbe quasi essere considerata una battuta d’arresto della stagione estiva! Una depressione carica di aria fredda in quota sprofonderà infatti nel bel mezzo del Mediterraneo portando una sventagliata di instabilità in giro per il Paese, associata a diversi temporali ed un calo della temperatura.

La goccia fredda insisterà sull’Italia sin quasi verso il prossimo fine settimana venendo riassorbita gradualmente dalla circolazione generale atmosferica. Le ipotesi su quale strada potrebbe seguire il tempo atmosferico dopo l'influenza del gocciolone freddo a spasso per l'Italia si fa incerta.

I modelli quest'oggi iniziano a prendere percorsi differenti e valutare le possibili conseguenze di questo ingresso così incisivo nel Mediterraneo

Secondo il modello inglese ECMWF la fase perturbata che sta avviandosi sull'Italia in queste ore si risolverebbe senza colpo ferire. A seguito del riassorbimento della goccia fredda infatti, la pressione ed i geopotenziali seguiterebbero a restare su livelli alti specialmente nei settori occidentali europei. Questo garantirebbe
un tempo abbastanza soleggiato specie nei versanti occidentali italiani con gli eventuali episodi di instabilità relegati ai settori adriatici e meridionali.

Secondo il modello inglese l'anticiclone delle Azzorre non cederebbe il possesso della penisola Iberica e del Regno Unito neanche sugli ultimi giorni del mese, garantendo così una copertura pressoché totale da parte delle perturbazioni di origine atlantica che verrebbero così messe a tacere per un bel po’!

L’aria fredda delle estreme latitudini settentrionali proverebbe a far breccia sul Paese cercando di entrarvi da nord e da est con effetti solo nei versanti orientali e meridionali.


Il modello americano GFS prende invece una strada completamente diversa con prospettive perturbate questa volta indirizzate alle regioni occidentali. Secondo questo modello infatti, il forte calo di pressione e geopotenziali che avverrà nel Mediterraneo dopo l'impulso instabile dei prossimi giorni, lascerà una falla aperta in grado di essere sfruttata da altre depressioni.

In un contento di questo tipo il modello abbozza un calo più convinto della pressione anche sull'Europa occidentale in grado (potenzialmente) di creare i presupposti per altre incursioni instabili sul Mediterraneo
con collocazione più occidentale.




Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum