Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quali sono gli ostacoli per l'arrivo del freddo in Italia?

Freddo in Italia nella terza decade di febbraio? Forse...

In primo piano - 12 Febbraio 2014, ore 11.54

La terza decade di febbraio potrebbe essere finalmente interessante dal punto di vista del freddo e della neve in Italia, ma le miti correnti atlantiche potrebbero nuovamente rovinare tutto.

A metà gennaio abbiamo già avuto l'opportunità di usufruire del freddo derivato da un vasto anticiclone termico piazzato tra l'Europa nord-orientale e la Russia. Il flusso occidentale invece ha avuto la meglio, ricacciando verso levante il vero inverno e facendoci assaporare un lungo ed interminabile autunno.

Prima che la stagione "fredda" si congedi definitivamente dalla nostra Penisola (con il 1 marzo entra ufficialmente la primavera meteorologica), la natura potrebbe riprovarci.

C'è ancora molta, anzi moltissima incertezza nelle analisi modellistiche, ma se la situazione inquadrata oggi sia dal modello canadese che europeo divenisse realtà, si aprirebbe un nuovo braccio di ferro tra le miti correnti oceaniche e il gelo che conquisterebbe una buona fetta del nostro continente.

La cartina che vedete poco sopra è la proiezione odierna del modello canadese per la giornata di venerdì 21 febbraio. Molti vorrebbero un ingresso trionfale della primavera sulla nostra Penisola, senza tenere conto del flop completo della stagione fredda sui nostri lidi.

L'inverno invece potrebbe farsi vivo sul finire della stagione, ma ci sono ancora molti ostacoli a questo progetto. Per prima cosa, l'instancabile lavorio delle correnti oceaniche, una vera e propria fabbrica di mitezza che spinge a più non posso verso la parte occidentale del Continente. La cartina in questione diverrebbe fautrice di freddo se e solo se le correnti occidentali riuscissero ( almeno in parte) a bloccarsi.

Per avere il blocco, servirebbe l'intervento dell'alta pressione delle Azzorre, che dovrebbe disporsi a baluardo delle suddette correnti in pieno Atlantico. Ciò potrebbe anche succedere, ma il getto in questi ultimi mesi continua a tirare come un dannato, scongiurando l'elevazione delle alte pressioni verso nord. In altre parole, i blocchi atlantici risultano molto difficili da creare.

Insomma, gli appassionati di freddo e neve ( che non sono pochi) possono ancora sperare, ma il freddo per essere veicolato verso la nostra Penisola necessiterebbe di una congiuntura barica di difficile realizzazione stante il pattern atmosferico attuale.

Noi continueremo a monitorare la situazione giorno per giorno, con la speranza di darvi informazioni più precise sul finale di questa travagliata stagione invernale. Continuate quindi a seguirci!


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum