Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quale sarà la disposizione delle grandi figure bariche nella giornata di lunedì prossimo?

Ci saranno cambiamenti rispetto alla sitauzione attuale?

In primo piano - 23 Maggio 2003, ore 16.20

La situazione attuale vede l’anticiclone delle Azzorre centrato sulle Isole omonime e disteso con una classica “ala” di stampo estivo su Algeria, Spagna, Francia meridionale, Italia settentrionale, Svizzera ed Austria; collegato ad esso troviamo un altro anticiclone con massimo di pressione sul Canada orientale. Tale disposizione di una così vasta struttura di alta pressione sta portando alla discesa di aria artica marittima dall’Islanda e dal Mare di Norvegia verso il Golfo di Biscaglia, dove attualmente ristagna aria più umida e mite; il contrasto fra le due masse d’aria ha generato un lungo sistema frontale che attualmente si distende con il suo ramo freddo fra Danimarca, Belgio, Canale della Manica, Bretagna e medie latitudini atlantiche. Questa perturbazione è seguita da un impulso di aria fredda in quota attualmente sull’Irlanda, e viene pilotata da un profondo vortice con minimo al suolo sulla Scozia; un’altra depressione, più piccola e debole è invece attualmente presente sul Mar Ionio e la Penisola Ellenica. Passando all’evoluzione possiamo dire che nelle prossime 24-48 ore la lunga perturbazione nord-atlantica tenderà a ruotare su se stessa, fino a che lunedì non la ritroveremo distesa fra Danimarca, Francia orientale e Baleari; tale movimento favorirà lo sviluppo di una vasta e moderata depressione (in parte di origine termica) su gran parte dell’Europa orientale e del Mediterraneo, e costringerà l’anticiclone delle Azzorre a spingersi dall’Atlantico verso nord-est, su Regno Unito e Mare del Nord. In tal modo sulla Francia soffieranno tesi e freschi venti da nord-est, con il rischio di temporali sul Massiccio centrale. In questa fase non saranno presenti altre figure bariche di rilievo; va però sottolineata l’imminente irrobustimento di un anticiclone fra Russia e Scandinavia, che potrebbe influenzare il tempo dei giorni successivi andando a collegarsi con l’anticiclone atlantico e lasciando il Mediterraneo “scoperto”, in balìa di alcune depressioni.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum