Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quale sarà il percorso che seguirà l’aria fredda?

Prima di arrivare sulle nostre regioni la massa di aria artica seguirà una strada piuttosto tortuosa, e verrà preceduta da venti relativamente meno freddi di origine atlantica.

In primo piano - 18 Dicembre 2003, ore 10.49

La discesa di aria fredda da latitudini artiche prevista per i giorni che vanno dal 21 al 23 dicembre, sembra ormai quasi certa; la difficoltà adesso sta nel riuscire a capire quale traiettoria seguiranno i venti artici prima di arrivare sull’Italia. Questo non è un aspetto di poco conto, in quanto piccole variazioni di percorso delle correnti possono portare cambiamenti veramente sostanziali nella previsione dettagliata del tempo per i giorni citati e quelli successivi. Cerchiamo allora di “cavalcare” l’ipotesi che al momento sembra più probabile: innanzitutto bisogna sottolineare il fatto che in verità l’irruzione avverrà da due zone diverse; infatti avremo a che fare con una massa di aria fresca nord-atlantica, che interverrà nella giornata di domenica, ed una massa di aria artica molto più fredda, che farà sentire i suoi effetti soprattutto fra lunedì pomeriggio e martedì 23. ARIA FRESCA NORD-ATLANTICA: Inizierà a scendere verso sud-est a partire dal settore di Oceano in prossimità delle Isole Britanniche, nella giornata di venerdì, richiamata in quella direzione da una depressione in formazione fra l’Islanda e la Scozia. Sabato sera la ritroveremo sul Golfo di Guascogna, pronta ad irrompere dalla Valle del Rodano; sarà nella giornata di domenica che i venti freschi investiranno il Mediterraneo e parte dell’Italia. A differenza di altre volte però il passaggio della massa d’aria relativamente fredda dal Golfo del Leone non darà origine ad una ben sviluppata depressione sul Golfo Ligure, in quanto la corrente a getto in quota sarà troppo tesa da ovest verso est. ARIA ARTICA MARITTIMA: Inizierà a muoversi dal Mare di Norvegia verso l’Islanda orientale ed il Mare del Nord nella giornata di sabato, per poi irrompere rapidamente sulle Isole Britanniche e la Francia settentrionale domenica 21. A questo punto però il flusso principale rallenterà vistosamente, visto che dovrà fare i conti con una “scissione” (vedi immagine allegata), che lo porterà in parte a deviare verso Estonia e Lettonia. Tuttavia da lunedì pomeriggio la massa di aria fredda farà il suo ingresso sulle nostre regioni, portando un deciso calo delle temperature, a partire dalla montagna, ma in graduale estensione anche alle pianure del centro-nord. L’ipotesi della formazione di un centro di bassa pressione sull’alto Adriatico all’arrivo della massa d’aria fredda, in movimento più o meno rapido verso sud, non è comunque da scartare.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum