Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Qual è la situazione barica attuale sull’Europa?

Vediamo come sono posizionati anticicloni e depressioni sul Continente.

In primo piano - 12 Giugno 2003, ore 10.04

Le grandi correnti a getto alle alte quote hanno ripreso vigore ormai da 2-3 giorni, ed adesso viaggiano “spedite” nei loro settori di competenza: la corrente a getto polare infatti scorre rapidamente da ovest verso est (con qualche debole ondulazione) su Regno Unito, Svezia, Estonia e Russia, mentre il ramo più vivace della sua “collega” subtropicale viaggia fra Libia, Egitto ed Emirati Arabi. Ma allora per quale motivo l’anticiclone delle Azzorre non ha ancora assunto la sua posizione canonica? Perché sempre alle alte quote è presente una depressione fra Portogallo ed Azzorre, che non permette alle due correnti a getto di scorrere affiancate per migliaia di chilometri da ovest verso est attraverso l’Oceano (condizione necessaria affinché il grosso anticiclone si rafforzi anche sul Mediterraneo); questo disturbo allora fa sì che alle quote più basse si generi una figura di alta pressione con massimo principale sulle Azzorre (come è normale che sia) e massimo secondario non sul Mediterraneo, ma più a nord, sulla Germania. Il centro di alta pressione al suolo che invece interessa direttamente le nostre regioni è stato generato in un secondo tempo dall’ormai famoso anticiclone africano, ben strutturato fino a 11 km di altezza. Andando verso le alte latitudini europee troviamo la grande depressione d’Islanda in piena attività a nord-ovest della Scozia, ed una depressione polare pronta a far scivolare sulla Norvegia un blocco di aria molto fredda proveniente dalle Isole Svalbard. Ma nei prossimi giorni cambierà qualcosa? Si verificheranno alcuni mutamenti di una certa entità; innanzitutto le piccole ondulazioni presenti in seno alla corrente a getto polare tenderanno ulteriormente a smorzarsi, facendo appena in tempo a generare qualche forte temporale sulla Germania nella giornata di domani. Tutto il flusso alle alte quote però tenderà ad abbassarsi gradualmente di latitudine, fino a che nella giornata di domenica i forti venti che accompagnano la corrente a getto polare sfioreranno le Alpi orientali, generando un piccolo vortice sui Balcani e facendo decisamente aumentare la possibilità di temporali su parte del Triveneto (su questo punto comunque ci torneremo con maggiori dettagli nei prossimi articoli).

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.17: A23 Palmanova-Tarvisio

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Udine Nord (Km. 26) e Gemona-Osoppo (Km. 44,9) in direzione Tar..…

h 01.59: SS18 Tirrena Inferiore

rallentamento

Traffico rallentato, segnali di traffico guasto nel tratto compreso tra 5,153 km dopo Incrocio Cers..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum