Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Proviamo a togliere le Alpi: cosa succederebbe al clima italico?

Dal punto di vista climatico si avrebbero molti vantaggi, ma anche alcuni pesanti svantaggi.

In primo piano - 2 Dicembre 2016, ore 15.06

La grande catena alpina ha un fascino particolare; quei ghiacciai che si stagliano fra una vetta e l’altra, l’imponenza dei singoli rilievi, la vastità delle vallate, sono tutti fattori che rendono le Alpi una regione unica.
 
Si tratta di una zona molto bella che ha un ruolo fondamentale nel determinare il clima italiano; i rilievi bloccano le perturbazioni oceaniche provenienti da nord-ovest oppure quelle più fredde in arrivo da nord; permettono alla Bora di soffiare con violenza sul Golfo di Trieste, per poi estendersi alla Pianura Padana, dove si creano “cuscinetti” freddi che garantiscono spesso la neve nella stagione invernale anche in condizioni non proprio favorevoli.
 
Ci siamo mai chiesti come cambierebbe il tempo meteorologico sulla nostra Penisola se non ci fosse la catena alpina ed al suo posto si stagliasse una vasta pianura? Innanzitutto l’aria fredda proveniente da nord sfocerebbe direttamente sulle regioni settentrionali, pertanto non si formerebbero le classiche ed ormai famose depressioni sul Golfo Ligure.
 
Questo porterebbe non solo alla scomparsa della Bora violenta, quella che sfiora a volte i 150 km/h, ma anche all’annullamento del forte Maestrale che in alcune occasioni investe la Sardegna; verrebbe difatti a mancare l’imbuto naturale fra le Alpi ed il Massiccio Centrale, maggiore responsabile della nascita del Mistral.
 
Non si avrebbero più i temporali violenti del Mar Ligure e dell’alto Tirreno, ed il Libeccio freddo sulle coste di Toscana e Lazio; lo Stau ed il Foehn riguarderebbero solo la dorsale appenninica, che con correnti da nord vedrebbe molte precipitazioni sul suo versante settentrionale, mentre con lo Scirocco riceverebbe molta pioggia su quello meridionale.
 
C’è anche il rovescio della medaglia: non generandosi depressioni sul Golfo Ligure e non avendo più lo sbarramento alpino, le correnti umide e tiepide di Scirocco non genererebbero quelle precipitazioni abbondanti ed intense che sono tanto preziose dal punto di vista delle risorse idriche per la Pianura Padana, a parte ovviamente i casi alluvionali; a questo si aggiungerebbe la totale assenza di ghiacciai, altri ottimi “contenitori” di rilevanti quantità di acqua.
 
Insomma l’assenza delle Alpi porterebbe vantaggi, ma anche svantaggi; chiaramente non si possono intuire le sfumature più particolareggiate dei microclimi che si verrebbero a creare in una situazione del genere, pertanto non si sa nemmeno a quali rischi andrebbe incontro la nostra Penisola dal punto di vista idrogeologico. Godiamoci quindi le nostre Alpi, assieme ai massicci ed ai ghiacciai che tutto il mondo ci invidia.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.56: A27 Mestre-Belluno

incidente

Incidente a Barriera Di Venezia in direzione Belluno dalle 07:11 del 27 mag 2017 pesante…

h 07.37: A27 Mestre-Belluno

incidente

Incidente a Barriera Di Venezia in direzione Belluno dalle 07:11 del 27 mag 2017…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum