Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Prossima settimana con l'Africa o l'instabilità atlantica?

I due modelli principali non sono concordi questa mattina sull'evoluzione a medio-lungo termine. Facciamo il punto della situazione.

In primo piano - 11 Giugno 2013, ore 10.27

Che il guazzabuglio modellistico abbia inizio! E' indubbio ormai che l'estate stia scaldando i motori e presto ci condurrà verso una situazione più stabile e calda. Le alte pressioni si stanno gonfiando e le perturbazioni perdono il potere di entrare nel Mediterraneo, arenandosi spesso sul Vicino Atlantico.

Il prossimo fine settimana sarà estivo su tutta la nostra Penisola. Con il termine "estivo" si intende una prevalenza di sole e caldo, ma anche la possibilità di qualche temporale "di stagione" che potrebbe interessare le Alpi e gli Appennini nelle ore piu calde.

Questa situazione dovrebbe durare anche all'inizio della settimana prossima, ma successivamente il quadro meteo diviene incerto.

Il nodo da sciogliere sarà la presenza di una saccatura atlantica che si approssimerà al settore occidentale del nostro Continente. La tendenza a medio-lungo termine per il Bel Paese dipenderà proprio dalle mosse di questa figura di maltempo.

Prendiamo come giorno di riferimento sabato 22 giugno.

Il modello europeo questa mattina non ha dubbi: la saccatura non riuscirà ad entrare e l'Italia vivrà una lunga sequenza di giornate calde e soleggiate, sotto l'egida di un'alta pressione africana in grande spolvero.

Notate la saccatura che si arenerà (secondo questo modello) alle porte della nostra Penisola. Il risultato sarà una possente rimonta africana che si spingerà addirittura nel cuore dell'Europa centro-orientale.

Notate inoltre l'alta pressione delle Azzorre che si limiterà ad interessare la Penisola Iberica, senza entrare nel Mediterraneo.

 Di tutt'altro avviso, il modello americano. Secondo questa elaborazione (valida sempre per la giornata di sabato 22 giugno), la figura di maltempo tenderà parzialmente ad entrare nel Mediterraneo, mandando all'aria i piani dell'anticiclone africano.

Notate un anticiclone delle Azzorre in grande spolvero. L'aria piu fresca atlantica scorrerà sul suo bordo settentrionale, interessando con una certa instabilità l'Europa centrale ed in misura minore anche il centro-nord della nostra Penisola.

In questa cartina non c'è praticamente traccia dell'alta pressione africana, che risulta rintanata nei suoi luoghi di origine.

Chi avrà ragione? E' sempre una domanda difficile, specie se la distanza previsionale risulta notevole, come in questo caso. Al momento diamo un 40% all'ipotesi europea e 60% alla tesi americana.

 

 

 

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum