Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Primi di dicembre: l'inverno scalda i motori ma...

Con l'avvento del nuovo mese la stagione sembra proporre un assetto diverso da quello anomalo autunnale, più votato all'avvio dell'inverno. Ciononostante la circolazione generale lascia ancora alcuni margini di dubbio, data la persistenza delle figure anticicloniche in sede euro-mediterranea.

In primo piano - 18 Novembre 2011, ore 12.40

 Dicembre si avvicina ma dell'inverno sull'Italia non vi è traccia. Fatta eccezione per le zone padane, dove il nebbione di questi giorni mantiene in fresco" la grande pianura, per il resto dominano sole e temperature miti per il periodo. Anche l'arrivo di una perturbazione tra martedì 22 e giovedì 24 non cambierà di molto le carte in tavola. Saltiamo quindi a dicembre.  

Con l'avvento del nuovo mese alcune corse modellistiche ci propongono uno sblocco della circolazione polare con il trasferimento di una profonda saccatura dal comparto canadese verso quello scandinavo. Qui il blocco depressionario troverà la strada sbarrata da un muro anticiclonico e dovrà parzialmente ripiegare verso l'Europa centrale in direzione dell'Italia e dei Balcani. Sarà l'occasione per sperimentare i primi affondi freddi invernali, anche se di tipo marittimo.

Una perturbazione si porterà a ridosso del nostro settentrione tra il 30 novembre e il primo dicembre e potrebbe portare le prime nevicate a quote basse in montagna, comunque abbastanza sbrigative. Tutto pare poi propenso a scivolare lungo l'Adriatico, dove imbiancherà qua e là le regioni appenniniche ma a quote già più elevate.

Un secondo attacco lungo la medesima traiettoria nei giorni a seguire potrebbe sottolineare l'insediamento ufficiale dell'inverno, se non che una nuova accelerata del vortice polare pare incline a raddrizzare la Corrente a Getto e a stimolare una nuova risalita anticlonica, quantunque estemporanea, tagliando le gambe al Generale.

In quel caso l'inverno rimarrebbe isolato temporaneamente in val Padana, racchiuso e protetto da spessi e gelidi strati nebbiosi, latitando invece ancora sugli altri settori. Ci saranno poi altre occasioni per la partenza ufficiale e definitiva della stagione fredda? I prossimi aggiornamenti sapranno senz'altro dirci di meglio. Su queste pagine come sempre vi terremo tempestivamente informati.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum