Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Prime ipotesi sul Ponte dei Santi: alta pressione in Scandinavia, freddi precoci verso l'Italia

Si ripropone un disegno invernale a livello della circolazione europea tra la fine di ottobre e i primi di novembre. Il Ponte di Ognissanti potrebbe trascorrere con temperature quasi natalizie.

In primo piano - 21 Ottobre 2011, ore 11.00

 Che sia una stagione un po' stralunata lo avevamo già capito. La mancanza di convinzione delle correnti atlantiche, quelle che in questo periodo dovrebbero guidare il tempo sul Mediterraneo, è la fonte di questa poca chiarezza nello sviluppo della situazione generale.

Prima un super-anticiclone dalle fattezze estive, poi l'aria fredda continentale che di norma arriva durante l'inverno, tutto in un susseguirsi di alti e bassi senza apparente filo logico. Indubbiamente a cavallo tra ottobre e novembre la situazione descritta avrà modo di riproporre sia puntate anticicloniche, sia nuove incursioni fredde ma dentro questo minestrone c'è un punto fermo che risulterà senz'altro determinante a lungo andare: l'anticiclone scandinavo.

Sviluppatosi di concerto con le buttate anticicloniche subtropicali e la debolezza delle correnti atlantiche, questa anomala ma coriacea figura sembra possa fare entrare l'Italia in un clima praticamente invernale già durante il Ponte di Ognissanti. Questo perchè invierà verso il Mediterraneo e l'Italia successivi impulsi di aria fredda continentale, con traiettoria che tra l'altro potrebbe anche rivelarsi favorevole allo sviluppo di ciclogenesi (basse pressioni, quindi maltempo) proprio sulle acque dei nostri mari.

Al momento non è dato a sapere esattamente dove si collocheranno queste spirali nuvolose, anche se potremmo arrivarci conoscendo le reazioni tipiche delle correnti portanti rispetto l'orografia. Fatto sta che, se l'Atlantico non si sveglia (difficile che lo farà a breve data la forte anomalia delle sue temperature superficiali a ridosso della penisola Iberica), la natura troverà altra via per inserirsi con le sue nubi e le sue piogge e la via fredda dell'est pare essere senz'altro la più gettonata.

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum