Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Prima decade di luglio a tratti instabile al nord, migliore al sud

Una vasta circolazione ciclonica collocata sull'Europa occidentale terrà in scacco il continente per almeno una settimana. Il centro sud protetto dall'alta pressione, le regioni settentrionali alle prese con tempo meno caldo ed occasionalmente instabile.

In primo piano - 2 Luglio 2012, ore 14.30

Alcuni forti temporali si abbatteranno al nord durante la giornata odierna. Saranno temporali definibili "di contrasto", provocati dall'aria rovente africana che gradualmente lascia spazio all'avanzare dell'aria più fresca di origine nord-atlantica. Lo scotto da pagare per questa sorta di "passaggio di consegne" è la formazione di alcuni violenti temporali a spasso per il settentrione.

Una prima veloce crisi temporalesca è già avvenuta nella tarda serata di ieri su alcuni settori piemontesi. Oggi, tra pomeriggio e sera è attesa la seconda replica prima del definitivo passaggio di consegne tra i due tipi di masse d'aria.

A seguire l'alta pressione ed il caldo molto intenso dovrebbero risparmiare il nord, almeno per tutta la prima decade di luglio. Certo il tempo non sarà di sicuro freddo, e l'afa e l'umidità non mancheranno di fare capolino specialmente durante le ore pomeridiane, tuttavia la costanza con cui si presenterà un moderato flusso di venti sud-occidentali , garantiranno, almeno al nord, temperature non troppo elevate. I valori si attesteranno su livelli abbastanza normali per il periodo.

Il caldo più intenso diverrà a solo appannaggio del centro-sud con i picchi massimi di temperatura che verranno toccati nelle due isole maggiori. Il motivo di questa persistenza del gran caldo al meridione e su parte del Mediterraneo orientale sarà da ricercarsi nella persistente attività ciclonica con perno sul Regno Unito. Rispetto alle due settimane precedenti una vasta depressione riuscirà ad estendere la sua influenza nel continente europeo senza limitarsi ad interessare esclusivamente i paesi oltralpe, ma estendendo i suoi effetti anche alle sopracitate regioni settentrionali.

Mentre al centro ed al sud l'ala protettrice dell'alta pressione garantirà bel tempo ed estate ad oltranza, al settentrione una proficua interazione tra l'aria calda mediterranea trascinata dall'alta pressione, con quella fredda atlantica che continuerà ad affluire sul versante occidentale europeo, provocherà diversi episodi di instabilità che si concentreranno soprattutto sull'angolo nord-occidentale e durante le ore pomeridiane.

Quindi tempo più instabile al nord, specialmente lungo l'arco alpino ma occasionalmente anche nelle pianure, caldo e assolato al sud.

Situazione comunque dinamica ed evolutiva. Non si eslcudono ulteriori recrudescenze di gran caldo, come un'influenza più decisa della depressione atlantica anche su altre zone del Paese.

Seguite gli aggiornamenti!


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum