Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Previsioni stagionali, tra estati normali e con il Global Warming appeso a un filo

Abbiamo dato un'occhiata ai vari outlook stagionali e abbiamo trovato un coro unanime che sentenzia: estate normale in Europa.

In primo piano - 18 Marzo 2009, ore 10.40

Estate infernale? Non temete, la notiziona scoop dell'anno è arrivata, puntualissima sul ruolino di marcia, ma puntualmente verrà smentita da una stagione come tutte le altre. Dopo la terribile estate del 2003, notizie come queste creano sconcerto in un Paese, il nostro, che non è ancora riuscito a metabolizzare quell'evento che davvero fu straordinario. Ora però in tempi amorfi per un Global Warming sotto tono qualcuno la doveva pur tirar fuori questa affermazione degna di "La sai l'utlima". Per fortuna ci sono i dati, quelli veri e per fortuna c'è qualcuno, in questo caso noi di Meteolive, che siamo qui apposta per farveli conoscere. Se analizziamo le carte emesse dai vari centri di calcolo e tocchiamo con mano gli effettivi scenari proposti, non si vedono gli estremi per alcuna estate dalle fattezze eccezionali. E la cosa ci viene confermata dall'analisi diretta di vari elementi climatici che possono proiettarsi a lungo raggio impostando le possibili linee di proiezione. Badate bene, abbiamo parlato di tendenza e di proiezioni, siamo nell'ambito degli "exit pool", dunque nessuna previsione, nessuna pretesa di dar valore scientifico assoluto e incontrovertibile a questo tipo di studi climatologici, per altro ancora agli albori. Primo elemento tra tutti: il ciclo dell'ENSO, arguta sentinella nelle nostre estati, se ne sta ben immerso nella sua Nina, con tanto di acque fredde che persistono in loco anche contro gli stessi scenari che la vedevano già in risalita dalla seconda metà dell'inverno. Considerando il ritardo temporale con cui le anomalie di questa fetta di oceano si trasferiscono in Atlantico e dunque di riflesso anche sull'Europa (dai 3 ai 5 mesi) possono già da sole farci stare tranquilli. Anche ulteriori elementi concernenti le temperature oceaniche propendono per un'estate assolutamente in linea con la norma; tra tutti segnaliamo le temperature del Pacifico settentrionale, interessate dalle acque più fredde dovute alla negatività dell'indice PDO e il corrispettivo atlantico racchiuso nell'indice AMO, in oscillazione sul filo della neutralità, dunque con acque nel complesso in linea con la norma. Secondo elemento: il Sole. Come è noto la nostra Stella sta attraversando un anomalo e prolungato periodo di stanca, con attività maculare e geomagnetica ridotta ai minimi termini, così come i vari flussi da esso provenienti. E se manca l'energia alla fonte, beh il calore che è rimasto intrappolato nel nostro sistema oceani-atmosfera non può certo fare miracoli, come la moltiplicazione dei gradi centigradi. Un ultimo appunto. La notizia volutamente catastrofica che tanto sconcerto ha gettato sull'opinione pubblica, condita addirittura da quella messa erratamente in parallelo concernente l'"esplosione" contemporanea di alcuni vulcani (che peraltro avrebbe ripercussioni fortemente raffreddanti sulla nostra estate) ci riporta indietro all'età della pietra; "Quando l'attività vulcanica era più attiva di oggi?" Vi domanderete voi. "No, quando l'Uomo anzichè una penna impugnava una clava".

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum