Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: uno sguardo al passaggio perturbato di inizio settimana prossima

Articata in arrivo sul Mediterraneo, prevista anche la formazione di una depressione "satellite" sul Mediterraneo; ecco quali settori ne verranno maggiormente interessati.

In primo piano - 9 Novembre 2017, ore 17.00

Nei prossimi giorni una nuova discesa d'aria fredda riuscirà a riversarsi sul Mediterraneo, sfruttando una temporanea elevazione dell'anticiclone atlantico verso le latitudini settentrionali dell'oceano Atlantico. Il fulcro dell'attività depressionaria in Europa tenderà a trasferirsi in modo deciso sul comparto scandinavo, la Mitteleurope ed il bacino centrale del Mediterraneo verranno quindi a trovarsi ancora una volta lungo il lato discendente di un modesto scambio meridiano. Verranno questa volta messe in gioco masse d'aria moderatamente fredde di origine artica, le quali avranno come target l'Europa centrale e soprattutto orientale. Il nuovo flusso di correnti fredde ed instabili originarie del nord Europa, troverà la propria valvola di sfogo un po' dal Golfo del Leone, un po' dalla Porta della Bora. 

La nuova massa d'aria avrà caratteristiche assai turbolente e risulterà alquanto instabile, verrà inoltre a crearsi un notevole delta termico tra la superficie e gli strati medi dell'atmosfera, quindi un elevato gradiente termico verticale che agevolerà la formazione di un minimo depressionario sui mari prospicienti l'Italia. 

Allo stato attuale, i modelli sono ancora incerti sulla disposizione del minimo di bassa pressione sul suolo italiano; tra le ipotesi più gettonate abbiamo quella di un minimo ad occhiale, con due centri distinti di bassa pressione rispettivamente collocati sull'alto Adriatico e sull'alto Tirreno.

In questo modo potremo aspettarci tra lunedì 13 e martedì 14 novembre, una veloce sfuriata di instabilità in marcia dalle regioni nord-orientali verso il centro ed il sud, ove le precipitazioni e la nuvolosità insisterebbero molto più tempo, arrivando a condizionare gran parte della prossima settimana. Vi sarebbe un probabile ritorno della NEVE a BASSA QUOTA su Emilia Romagna, Umbria, zone interne della Toscana, Marche.

Notevole ribasso della temperatura ai piani superiori, con isoterme sino a -30°C al piano isobarico di 500hpa (circa 5400 metri), garanzia di instabilità convettiva ed occasionali temporali. Altra nota di spicco, ancora una volta la ventilazione, tesa e spiccata attorno al minimo depressionario, con una prevalenza in questo caso di Maestrale, Tramontana e Grecale. Valori termici che sarebbero nuovamente in picchiata verso il basso soprattutto al centro ed al nord. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum