Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: standard anticiclonici sin verso fine febbraio, poi un'importante novità

Masse d'aria tiepide e miti di origine oceanica potranno interessare il Mediterraneo sin verso il termine di febbraio, abbiamo tuttavia un'importante novità in vista a medio-lungo termine. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 20 Febbraio 2017, ore 17.30

Masse d'aria molto miti di origine oceanica, tornano a scandire i ritmi del tempo sul bacino del Mediterraneo, laddove troviamo condizioni anticicloniche diffuse a quasi tutti i paesi affacciati al "mare nostrum". Alle latitudini superiori viene invece messa in evidenza una circolazione d'aria assai più instabile che terrà sotto scacco il Regno Unito, il nord della Francia e la Penisola Scandinava sin verso il termine del mese.

Sotto questo punto di vista, ad esclusione dei marginali episodi di instabilità attesi venerdì 24 febbraio sulle regioni nord-orientali e forse sul medio/alto versante Adriatico, troveremo ben poche novità da commentare.

Assai più interessante l'evoluzione prevista e questa sera CONFERMATA dall'aggiornamento del modello americano in merito al rallentamento della corrente a getto sull'Europa proprio nel periodo a cavallo tra il termine di febbraio e l'esordio di marzo.

Da tale rallentamento potrebbe derivare un vero e proprio "riversamento" d'aria fredda artica che dai settori settentrionali, tenderebbe a portarsi verso la fascia delle medie latitudini.

Letteralmente come una fune dapprima in tensione e poi "allentata", la corrente a getto andrà così ad organizzare una saccatura, cioè una figura attiva di bassa pressione che conterrà al suo interno un fronte perturbato organizzato.

Quest'ultimo potrebbe interessare il nostro Paese proprio a cavallo tra le due mensilità, traghettandoci verso una fase instabile primaverile ma che soprattutto al nord, sarebbe in grado di stringere ancora l'occhiolino alla stagione invernale, stante il cospicuo apporto d'aria fredda in quota di origine artica

Ulteriori novità nei prossimi aggiornamenti. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum