Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: prima il FREDDO, poi l'anticiclone in attesa di Natale

Ben presto aria più fredda riuscirà ad inserirsi sul nostro Paese, persistendovi almeno sino a mercoledì 20 dicembre, in seguito probabile rinforzo dell'alta pressione ma senza garanzie di durata. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 15 Dicembre 2017, ore 17.40

Ormai imminente l'ingresso di una massa d'aria più fredda che dalle prossime ore farà breccia sul Mediterraneo attraverso il Golfo del Leone e la Porta della Bora. Trattasi di una circolazione di tipo ARTICO, la quale avrà piena facoltà di riportare la colonnina di mercurio nuovamente su valori inferiori alle medie del periodo, con scarti negativi rispetto alla media climatologica che saranno certamente più sensibili in aria libera rispetto agli strati prossimi al suolo. Proprio in queste ore si consumano gli effetti portati dalla perturbazione che apre la strada a questa nuova fase di raffreddamento il cui momento di massimo vigore verrà raggiunto tra domenica 17 e lunedì 18 dicembre

A livello puramente sinottico, ritroveremo la spalla orientale dell'anticiclone delle Azzorre protesa verso la Penisola Iberica e la Francia, almeno in un primo momento il nostro Paese ne verrebbe coinvolto marginalmente, anzi la sua presenza sempre più importante sul territorio d'Europa, favorirebbe una rotazione del vento dai quadranti nord-orientali in grado di operare un certo raffreddamento della temperatura sensibile anche al suolo sulle regioni centrali e meridionali adriatiche almeno sino a mercoledì 20 dicembre, mentre nel frattempo una risalita si farà già sentire su Sardegna, regioni del nord, medio ed alto Tirreno. 

Superato questo confine, addentrandoci quindi nel periodo delle festività natalizie, dovremo fare i conti con un aumento di gradiente sull'oceano Atlantico e quindi la maggior predisposizione dell'alta pressione ad invadere il bacino centrale del Mediterraneo e la Mitteleurope, portandovi condizioni più stabili ed un addolcimento delle temperature. A livello puramente sinottico, questa fase atmosferica appare dai modelli come interlocutoria, lasciando poi spazio appena superate le festività di Natale, ad una circolazione nuovamente di tipo più instabile, sebbene ad oggi le ipotesi di una retrogressione fredda continentale appaiano come recessive. 

In sintesi prepariamoci quindi a commentare una nuova riduzione delle temperature sul nostro Paese da domani, sabato 16 sino ad almeno mercoledì 20 dicembre, con effetti più decisi sul tempo dei versanti medio e basso adriatici, laddove potrebbe esservi anche un po' di instabilità. 

Relativamente più stabile e tranquillo tra giovedì 21 e martedì 26 dicembre (Santo Stefano). In questa sede previsti valori termici in salita più sensibile al nord e sui versanti occidentali. 

Successivamente nuova probabile ripresa delle dinamiche instabili con caratteristiche ancora da decifrare. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 15.43: SS131 Carlo Felice

tstorm vento-forte

Pericolo generico a Incrocio Cagliari - SS195 Sulcitana (Km. 0,2) fino alle 23:59 del 20 set 2018..…

h 15.34: A52 Tangenziale Nord Di Milano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Svincolo SP131 Nova Milanese (Km. 9) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum