Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: occhi puntati sul tempo delle prossime ore

Almeno ancora altre 36 ore in compagnia con l'aria gelida nord-est europea, poi un cambiamento con l'arrivo della neve da addolcimento sulle regioni settentrionali ed inizialmente anche su quelle centrali.

In primo piano - 27 Febbraio 2018, ore 17.00

L'apice della grande ondata di gelo ha raggiunto la massima intensità proprio questa mattina, con valori anche sino a -15°C/-20°C su est Germania, Repubblica Ceca, Polonia. Temperature minime ampiamente sotto lo zero anche sul nostro Paese, le regioni italiane centrali e settentrionali sperimentano in queste ore condizioni degne del grande inverno, con minime ampiamente e diffusamente sotto lo zero sia nell'interno che nella fascia costiera. In certi casi, i valori sono rimasti sotto lo zero anche durante le ore più calde, dando luogo a quelle che in meteorologia vengono definite come "giornate di ghiaccio". Responsabile di questa situazione, un ampio moto antizonale che ha mobilitato sull'Europa un vero e proprio "lobo" del Vortice Polare Siberiano.

In quota ritroviamo quindi una componente artica che concorre oltremodo ad amplificare l'instabilità responsabile delle diffuse nevicate verificatesi nelle ultime 48 ore su molte zone del Paese. Mancando completamente l'azione mitigatrice del mare, al suolo la massa d'aria presenta spiccate caratteristiche continentali e risulta oltremodo GELIDA.

Quanto durerà ancora?

Lo sviluppo degli eventi nelle ore successive, riporterà ben presto alla ribalta una circolazione ben più umida e temperata di origine oceanica. Ad innescarla, anche se di primo impatto potrebbe sembrare assurdo, vi sarà proprio una eccessiva "esuberanza" delle masse d'aria gelide continentali, le quali, dopo aver conquistato l'ovest Europa, si getteranno a capofitto nelle calde acque dell'oceano Atlantico.

L'aria fredda finirà con alimentare la vistosa depressione presente a largo delle coste portoghesi, trascinandola rapidamente verso il Mediterraneo centrale. Entro le ore centrali di domani, mercoledì 28 febbraio, ecco prendere forma un sistema frontale di tipo caldo, una perturbazione costituita da nubi stratificate, in marcia di gran carriera verso il nostro Paese

Al centro ed al sud, l'aria molto mite veicolata dallo Scirocco, ripoterà ben presto la colonnina di mercurio su valori sopra la norma, la neve verrà sostituita dalla pioggia sino a quote elevate. Sulle regioni del nord il rimescolamento dell'aria nei bassi strati si verificherà soltanto tra venerdì e sabato prossimo, mentre in un primo momento (giovedì primo marzo), l'aria mite si limiterà a sovrascorrere sopra quella gelida preesistente, dando luogo a nevicate diffuse sino in pianura.

Entro il prossimo weekend anche qui vi sarà un aumento della temperatura ormai diffuso a tutto il Paese. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.05: A27 Mestre-Belluno

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A57 Torino-Trieste/Raccordo Per Tessera e Pian Di Ved..…

h 22.04: A12 Genova-Rosignano

coda rallentamento

Code a tratti causa traffico intenso nel tratto compreso tra Barriera Di Rosignano Marittimo (Km. 2..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum