Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: luglio 2016, un mese estivo senza eccessi?

Ancora CONFERME circa l'avvento di una fase calda e stabile veicolata sul Mediterraneo dalla distensione dell'anticiclone delle Azzorre. Vediamo nel dettaglio.

In primo piano - 30 Giugno 2016, ore 17.35

Una circolazione d'aria fresca ed instabile governa il tempo dei settori settentrionali europei che ancora devono fare i conti con la presenza di una vasta depressione alimentata dalle masse d'aria fredde di origine oceanica. Uno sguardo alle latitudini più basse (area mediterranea) mette invece alla luce la presenza di una zona d'alta pressione che governa il tempo dei settori meridionali europei, avendo un peso considerevole anche nel plasmare la circolazione atmosferica in ambito italiano. Ebbene questa figura di alta pressione trae origine proprio dalla ragguardevole intensità raggiunta dalla corrente a getto polare che, scorrendo vivace oltre il 50°esimo grado di latitudine nord, agevola la distensione di un braccio dell'alta pressione delle Azzorre verso il nostro Paese. 

Tale condizione sarà alla fine dei conti quella prevalente in questa prima decade di luglio che dovrà inevitabilmente fare i conti con il probabile, ulteriore rinforzo delle fasce anticicloniche subtropicali in ambito mediterraneo. L'Africa quella rovente ed esagerata risulterà però piallata alle latitudini basso mediterranee dalla costanza e dall'intensità con la quale la corrente a getto polare continuerà a scorrere sull'Europa, preservando una circolazione di stampo occidentale e limitando risalite decise delle masse d'aria roventi africane verso la fascia delle medie latitudini europee. Queste ultime potranno interessare soprattutto la sede iberica, laddove la colonnina di mercurio potrebbe risalire la china sino a valori molto elevati. Fasi di calura africana di modesta entità potrebbero riguardare anche i settori meridionali d'Italia, trattandosi comunque sempre di promontori mobili aventi una durata limitata.

Come detto, la corrente a getto polare, trasporterà con sè diversi sistemi nuvolosi indirizzati principalmente ai settori centrali d'Europa, questi ultimi lambiranno più e più volte le aree confinali del nostro Paese, potendo quindi favorire manifestazioni sparse di instabilità concentrate soprattutto lungo l'arco alpino e prealpino, con fenomeni un po' più frequenti sui settori nord-orientali, laddove l'anticiclone risulterà più debole. Questo stato di cose dovrebbe preservarsi "quasi" invariato sin verso il termine della prima decade di luglio, in attesa di capire cosa potrebbe riservarci la seconda decade

Ulteriori dettagli/novità vi rimandiamo agli aggiornamenti della sera.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.18: A56 Tangenziale Di Napoli

coda

Code causa viabilità esterna non riceve nel tratto compreso tra Vomero (Km. 12,9) e Fuorigrotta (K..…

h 09.17: A2 Autostrada del Mediterraneo

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso a Svincolo Pontecagnano (Km. 12,7) in direzione Allacc..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum