Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: la perturbazione più importante della settimana nella giornata di giovedì

In seno ad una corrente occidentale ricca di umidità, diversi corpi nuvolosi si accavallano sulla scena sul bacino centrale del Mediterraneo. Ecco il tempo previsto sull'Italia nel corso della settimana, uno sguardo anche all'evoluzione futura.

In primo piano - 4 Marzo 2019, ore 19.20

La tanto sospirata variabilità atlantica, arriva ad interessare il nostro Paese in questo scorcio di marzo. Una seconda perturbazione ha coinvolto nella giornata odierna le regioni del nord-ovest, portando con sè nuvolosità a carattere sparso, associata a qualche precipitazione lungo i rilievi delle Alpi e sull'Appennino settentrionale. Ora il tempo su queste regioni sarà destinato a migliorare, la giornata di domani, martedì 5 marzo, sarà nuovamente soleggiata e mite su gran parte delle nostre regioni ma avrà una durata temporanea, tra mercoledì e giovedì una nuova, più intensa perturbazione è infatti prevista interessare in maniera decisa il bacino centrale del Mediterraneo.

Questa volta il nuovo corpo nuvoloso sarà associato a precipitazioni più copiose ed abbondanti, pronte a coinvolgere le regioni del nord ed i settori centrali tirrenici. Il nuovo corpo nuvoloso sarà pilotato da tese correnti occidentali, all'interno delle quali verrà a trovarsi un'ondulazione più pronunciata della corrente a getto, accompagnata da una perturbazione più organizzata rispetto a quella odierna. Anche questo passaggio risulterà piuttosto veloce, così che entro venerdì ne sarà uscito gran parte del Paese, qualche nota di instabilità potrebbe a quel punto attardarsi solo sulle estreme regioni orientali. 

A cavallo tra il termine della prima e l'esordio della seconda decade di marzo, i modelli di previsione mettono in luce due distinte evoluzioni sinottiche sul continente.

- La prima evoluzione porterebbe una maggiore ingerenza dell'alta pressione sulla Penisola Iberica e sull'oceano Atlantico. L'Europa centrale ed orientale potrebbe essere interessata da una circolazione più netta di venti nord-occidentali associati ad una riduzione del quadro termico generale, con fenomeni di instabilità che sarebbero in grado di guadagnare anche il sud. 

- La seconda evoluzione sarebbe invece contraddistinta da una circolazione ancora spiccatamente occidentale, inserita in un contesto di temperature più miti ma con prevalenza di annuvolamenti al nord e lungo il Tirreno. 

Entrambe le evoluzioni restano da confermare, mettendo comunque in luce un comune denominatore che saranno le circolazioni instabili oceaniche, uniche vere protagoniste del tempo d'Europa nel prossimo futuro. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum