Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Previsioni meteo inverno 2014-2015: le ultimissime (seconda parte)

Le previsioni per l'inverno di MeteoLive, sulla base degli ultimi aggiornamenti degli indici di teleconnessione.

In primo piano - 28 Novembre 2014, ore 09.10

Potete leggere l'analisi tecnica della stagione invernale qui:
http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/previsioni-meteo-inverno-2014-2015-le-ultimissime-prima-parte-/48148/

Ora ci occupiamo dei risvolti pratici.
ATTENZIONE:
trattasi di analisi totalmente indicative e sperimentali rispetto a quanto evidenziato da alcuni indici di teleconnessione, con attendibilità certamente non elevata. Per correttezza, consigliamo quindi molta cautela nel loro utilizzo. 


SINTESI
Il momento migliore della stagione invernale, rispetto a quanto evidenziato dagli indici potrebbe intervenire tra la seconda metà del dicembre e l'inizio di gennaio grazie ad importanti scambi di calore nord-sud tra le latitudini (attenzione però: non è detto che l'Italia possa venirne coinvolta in modo diretto) e poi ancora sul finire di gennaio, grazie ad una seconda e forse ultima rasoiata fredda da nord ovest; nel complesso però sia gennaio che febbraio potrebbero subire la spinta spesso instancabile delle correnti atlantiche con serpeggiamenti in grado di portare certamente tanta neve in montagna ma anche molta pioggia e temperature nel complesso leggermente superiori alla norma, specie al centro-sud.

DICEMBRE
Solo spifferi freddi nella prima decade, in prevalenza limitati al settentrione. Alla fine della prima decade possibile affondo meridiano da nord ma con episodio invernale chiaro solo se l'aria fredda sfondasse dal Rodano con un giro stretto. Se l'aria fredda puntasse troppo ad ovest possibile risposta mite nel Mediterraneo con tanta pioggia e neve solo in montagna.
Entro la metà del mese o subito dopo possibile formazione dell'anticiclone scandinavo e deviazione del flusso perturbato atlantico verso sud con conseguenze perturbate ma anche fredde al nord, dove potrebbe nevicare anche in pianura. 
Nell'ultima decade un ulteriore rafforzamento dell'anticiclone scandinavo, supportato brevemente anche da un anticiclone in sede britannica,  potrebbe pilotare aria fredda da est lungo tutti i versanti adriatici e al sud della Penisola con neve a quote basse in Appennino e nelle zone interne, raffreddamento comunque anche sul resto del Paese ma in un contesto asciutto. L'anno terminerebbe con l'estensione dell'anticiclone al nord ed interruzione graduale del flusso freddo da est al centro-sud.

GENNAIO
Entro la fine delle feste di Natale l'alta pressione si ritirerà verso nord e verso est, consentendo all'Atlantico di inserirsi sull'Europa mediterranea con altre depressioni, inizialmente cariche di neve per diverse regioni, specie al nord, poi di pioggia al piano e di neve solo sulle Alpi. Il grande e fisiologico dinamismo del vortice polare potrebbe riportare presto la mitezza atlantica da ovest su gran parte del Continente, inserita in un flusso zonale sparato, il quale potrebbe consegnarci anche un periodo anticiclonico della durata di una decina di giorni circa. Sul finire del mese possibile doppio affondo da nord-ovest con qualche episodio nevoso a bassa quota, dapprima in Appennino e in Adriatico, oltre che sulle Alpi di confine, poi al nord con la rotazione delle correnti a sud ovest.

FEBBRAIO
Inizialmente prevalenza di un flusso zonale piuttosto teso con perturbazioni in transito a tratti anche sull'Italia con piogge frequenti, mitezza e neve solo in montagna.
Nella seconda parte del mese possibile nuova parziale deviazione del flusso atlantico per un temporaneo irrobustimento di un anticiclone in sede scandinava e risvolti perturbati sulle nostre regioni ma con neve solo a partire da quote collinari al nord, e oltre i 1000m al centro-sud. L'inverno potrebbe finire ancora con altre depressioni e con un Atlantico complessivamente ancora molto attivo.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 09.38: SS16 Adriatica

problema rallentamento sdrucciolevole

Traffico rallentato causa fondo stradale dissestato nel tratto compreso tra Incrocio Falconara Alta..…

h 09.38: A14 Bologna-Ancona

coda problema sdrucciolevole

Code causa ripristino urgente fondo stradale nel tratto compreso tra Castel S.Pietro (Km. 38,2) e B..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum