Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: importanti scenari di INVERNO dalla terza decade

La propagazione del surriscaldamento stratosferico iniziano a farsi vedere adesso? Alcuni modelli suggeriscono questa ipotesi.

In primo piano - 12 Gennaio 2019, ore 18.35

La prima parte dell'inverno meteorologico, per molte regioni italiane non ha certo avuto un esordio esaltante. L'aria calda subtropicale ormai da molti giorni converge tutta verso una figura di alta pressione che governa il tempo d'Europa, confinando le azioni fredde ed instabili nella parte più orientale del continente. È una situazione che favorisce gli episodi di maltempo invernale sulle regioni del sud ma che di fatto lascia a secco gran parte delle regioni italiane, condannando ad una situazione di deficit idrico l'angolo settentrionale italiano che non vede neve ormai da diverse settimane. Blocking di questa natura non sono affatto rari in questo periodo dell'anno e possono condizionare un'ampia fetta di stagione invernale. L'Europa occidentale è infatti per sua stessa natura, soggetta al consolidamento di 'blocchi' anticiclonici particolarmente tenaci e duraturi, questo rappresenta una caratteristica intrinseca del nostro clima. 

Eppure qualcosa si muove, pur nella grande varietà degli scenari proposti in questi ultimi due giorni dai modelli, un elemento di comune appartenenza viene identificato un po' da tutte le proiezioni in nostro possesso ed includono la migrazione del cuore più caldo e stabile dell'anticiclone sull'oceano Atlantico, lontano dalle coste europee, di pari passo viaggerebbe il consolidamento di una circolazione più fredda ed instabile sull'Europa centrale ed occidentale, foriera di maltempo invernale. Alcuni run deterministici ipotizzano addirittura una vera e propria azione artico-continentale associata a condizioni di freddo intenso e maltempo in chiave squisitamente invernale. Non rimane comunque da escludere l'ipotesi nord-atlantica con maggiori chances di precipitazioni ma con temperature un po' meno rigide. 

Altro elemento di grande novità, potrebbe cambiare anche la distribuzione dell'instabilità che non sarebbe più appannaggio esclusivo delle regioni meridionali ma riuscirebbe a coinvolgere anche le regioni del nord, ponendo la parola fine alla lunga fase siccitosa di queste settimane. A mettrci parola, dando luogo tutta ad una serie di movimenti dalla stratosfera alla troposfera, sembra esserci proprio il contributo offerto dal recente surriscaldamento stratosferico polare di cui siamo stati spettatori nella prima metà di questo gennaio 2019. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum