Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: compare l'ipotesi della NEVE a bassa quota al nord, quanto è probabile?

L'esordio di una lunga fase instabile e fredda sull'Europa ed una parte del Mediterraneo appare ormai un evento conclamato. Resta da capire come si posizioneranno i minimi di alta e di bassa pressione sul nostro territorio, un dettaglio di fondamentale importanza al fine di stabilire la distribuzione delle precipitazioni sulle regioni italiane.

In primo piano - 16 Gennaio 2019, ore 18.00

Partiamo con i dati certi, nei prossimi giorni la circolazione di tipo occidentale sull'Europa subirà una decisa frenata, il tempo previsto sul nostro continente volgerà verso scenari di tempo instabile e più freddo non solo sull'Europa orientale e l'area balcanica ma anche sulle regioni sinora escluse dagli eventi invernali più importanti, come la Francia o la penisola Iberica. Il cambiamento di circolazione più importante riguarderà proprio queste regioni che entreranno in un regime depressionario freddo di origine nord-atlantica.

Il vasto anticiclone che ha condizionato in maniera così eclatante il tempo delle giornate scorse, è infatti previsto spostare il proprio baricentro verso l'oceano Atlantico, lasciando libero spazio alle masse d'aria fredde in arrivo dal Vortice Polare, di conquistare in modo più deciso la fascia delle madie latitudini dell'Europa centrale. Un passo in più verso l'acuto dell'inverno 2019.

Nel medio e nel lungo termine gli scenari proposti dai modelli restano molto ballerini ma il comune denominatore rimane la virata, peraltro piuttosto brusca, verso una circolazione più disturbata del Vortice Polare. Sino a questo momento alcuni settori d'Europa (tra i quali le regioni del nord Italia) hanno dovuto fare i conti con una stagione sottotono non tanto come temperature ma piuttosto come scarsità di precipitazioni che ha caratterizzato questa prima metà di gennaio.

Ebbene già nel fine settimana, saranno proprio le regioni del nord a beneficiare di una circolazione più umida ed instabile che potrebbe portare le prime precipitazioni di gennaio su regioni come Piemonte, Lombardia, Liguria, con probabile neve a bassa quota, stante le isoterme negative previste alla quota di circa 1400 metri.

Abbiamo poi la grande incognita rappresentata dalla vasta depressione nord-atlantica ipotizzata dai modelli tra martedì 22 e giovedì 24 gennaio, la quale potrebbe dare luogo ad un grande evento di maltempo invernale su molte regioni d'Italia. Ci ritorneremo nei prossimi aggiornamenti che saranno molto importanti al fine di stabilire il comportamento di questo grande gorgo depressionario sul Mediterraneo. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum