Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: che fine ha fatto il passaggio perturbato in seconda decade?

Nuovi aggiornamenti rimettono in discussione l'arrivo dell'intensa perturbazione pronosticata appena qualche ora fa; vediamo nel dettaglio cosa sta succedendo e perchè i modelli sono così ballerini.

In primo piano - 5 Ottobre 2017, ore 18.15

Le ultime corse messe in luce dai principali centri di calcolo a nostra disposizione, mettono fine all'entusiasmo riguardo al futuro, scompare l'intenso passaggio perturbato pronosticato per la seconda decade di ottobre, al suo posto ritroviamo ancora la persistenza ostinata di una figura altopressoria che farà molto parlare di sè nelle prossime settimane, condannando ad una siccità prolungata diverse delle nostre regioni. Spingendo il nostro sguardo a lungo periodo, ciò che stupisce è l'estrema volubilità delle corse modellistiche, in grado di ribaltare completamente prospettiva da uno all'altro aggiornamento, stravolgendo la previsione.

In parte questi stravolgimenti poggiano radici in una sinottica proiettata verso un cambio climatico importante che porta la fascia altopressioria subtropicale ad essere più invasiva nei confronti del clima delle medie latitudini. I modelli rimangono tarati su quelli che una volta erano gli schemi atmosferici tipici di una stagione, quella autunnale, quasi sempre votata a portare contributi precipitativi importanti. Anche nel clima di questo ultimo decennio l'autunno rimane sempre una stagione delicata ma è oltremodo aumentata l'ingerenza degli anticicloni su Francia e Penisola Iberica, limitando le sinottiche tipiche della pioggia per i settori centrali del Mediterraneo. 

Parte di questi stravolgimenti previsionali sempre più eclatanti, poggia radici nel comportamento del Vortice Polare che, proprio in questo periodo, è previsto in rapido raffreddamento, portando inevitabilmente ad un aumento della tensione zonale, quindi la soppressione degli scambi meridiani che sarebbero stati in grado di trasferire masse d'aria più fredde verso la fascia delle medie latitudini. Buone notizie per l'inverno? Ancora non si sa, l'unico elemento che possiamo confermare con ragionevole certezza, è il proseguimento oltre misura di una fase atmosferica secca e anticiclonica anche nel cuore dell'autunno 2017. 

Seguite gli aggiornamenti su meteolive.it


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum