Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: avviati verso scenari di FREDDO INVERNALE oppure di anticiclone?

Cerchiamo di fare chiarezza sul futuro; andremo incontro ad un precoce raffreddamento invernale oppure ad una distensione dell'alta pressione delle Azzorre? Un cenno anche all'evoluzione atmosferica generale relativa a questo inverno.

In primo piano - 4 Novembre 2016, ore 21.10

Spingendo il nostro sguardo alla seconda decade di novembre, risulta alquanto difficile tracciare una linea di tendenza che possa essere ritenuta affidabile. Dobbiamo infatti fare i conti con un periodo stagionale assai delicato, nel quale il nostro Vortice Polare tenderà fisiologicamente a raffreddarsi. Tale processo di raffreddamento è reso possibile grazie all'accorciamento delle giornate ed al sopravvento della notte polare.

L'aumento della tensione zonale, cioè di quel flusso di correnti occidentali che separa il gelo polare dalla fascia dei famigerati anticicloni subtropicali, tende a favorire la distensione dell'anticiclone oceanico sull'Europa, vanificando l'inverno sul nostro continente e sul nostro Mediterraneo.

Quest'anno più che in altre annate del recente passato, dobbiamo tuttavia fare i conti con un raffreddamento sensibile dell'Europa continentale e del continente euroasiatico, un raffreddamento reso possibile da quelle che sono vere e proprie azioni di disturbo nel ricompattamento del Vortice Polare, azioni di disturbo che si manifestano attraverso la risalita di masse d'aria calda verso le elevate latitudini dell'emisfero.

Ebbene tale carattere distintivo della circolazione atmosferica autunnale, riguarderà l'Europa anche in questa prima decade di novembre che di conseguenza trascorrerà irrequieta su buona parte del nostro continente. Il calendario tuttavia avanza inesorabile e noi siamo consapevoli come prima o poi il Vortice Polare tenterà di opporsi in ogni modo all'azione di disturbo perpetrata dalle intrusioni di calore che si verificano prevalentemente lungo i binari di una circolazione meridiana.

Da qui deriva la forte incertezza nell'evoluzione del tempo a lungo termine, incertezza che si manifesta attraverso il calcolo di scenari previsionali molto diversi tra loro, scarsamente allineati ed alquanto ballerini.

Ad ogni buon rendere, la seconda decade di novembre dovrebbe presentare un certo ricompattamento del vortice accompagnato da un rinforzo fisiologico della corrente a getto nelle alte latitudini d'Europa. L'obiettivo finale del Vortice Polare invernale rimane sempre lo stesso; una distensione anticiclonica azzorriana garanzia di tempo stabile e mite su gran parte del Mediterraneo. 

Andrà davvero così? 

In linea teorica questa sarebbe la soluzione più scontata ma come ben sappiamo nell'atmosfera e nella natura difficilmente gli eventi seguono una logica lineare. La partita della stagione resta ad ora ben aperta. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 07.56: A27 Mestre-Belluno

incidente

Incidente a Barriera Di Venezia in direzione Belluno dalle 07:11 del 27 mag 2017 pesante…

h 07.37: A27 Mestre-Belluno

incidente

Incidente a Barriera Di Venezia in direzione Belluno dalle 07:11 del 27 mag 2017…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum