Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

PREVISIONI METEO: ancora alcuni giorni di instabilità, poi una parentesi anticiclonica

Appare sempre più probabile l'entrata in scena di una figura anticiclonica sul Mediterraneo e sull'Europa entro la metà di febbraio. Vediamo nel dettaglio cosa dovremo aspettarci.

In primo piano - 9 Febbraio 2017, ore 17.00

Si accorciano le distanze che ci separano all'entrata in gioco di un probabile anticiclone previsto sull'Europa entro la metà del mese. La nostra figura inizialmente dalle caratteristiche “miste”, cioè dinamiche alle quote superiori ma termiche al suolo, finirebbe con l'essere alimentata in modo sempre più massiccio dalle masse d'aria tiepide e miti di estrazione nord-africana e basso mediterranea. Tale flusso di correnti temperate, sarebbe favorito dalla presenza di un vasto complesso depressionario collocato in sede iberica; “sganciato” dal flusso portante della corrente a getto e pertanto incapace di progredire in maniera netta verso i settori centrali ed orientali d'Europa. Il richiamo d'aria mite diretto alle latitudini settentrionali del nostro continente, sarebbe quindi persistente e recidivo, spiegando perchè il nostro anticiclone riuscirà a rinforzare sul Mediterraneo in modo così netto.

Tornando ad analizzare nel dettaglio la figura altopressoria presente tuttora sull'Europa settentrionale e la sua evoluzione prevista nei giorni a seguire, potremo, come anticipato, osservare la presenza di una componente cosiddetta “termica”, cioè data dal peso dell'aria gelida che affluisce sul fianco orientale e meridionale di quello che potremo definire come il perno del nostro anticiclone. Vengono così mantenuti valori di temperatura rigidi negli strati prossimi al suolo. In quota prevale invece in modo netto la cosiddetta “componente dinamica”, cioè il cuore “caldo”, costituito dalle masse d'aria miti provenienti dalle basse latitudini ed in seguito trasportate sin verso la fascia delle latitudini polari e subpolari.

Dalla prossima settimana il nostro anticiclone perderà la componente termica, mentre acquisterà importanza la componente dinamica;
ecco farsi strada un innalzamento delle altezze geopotenziali ed un aumento delle temperature alla quota di 850hpa entro mercoledì 15 febbraio. L'alta pressione andrebbe infine a stabilire la propria roccaforte sui settori centro-orientali d'Europa, favorendo anche sul nostro Paese l'esordio di un periodo più stabile e quieto che tuttavia non dovrebbe protrarsi troppo a lungo. (15 - 20 febbraio)

Conferme o smentite nei prossimi aggiornamenti.
 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 20.42: A8 Diramazione Per Gallarate-Gattico

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Allacciamento A8 Milano-Varese e Castelletto Ticino (Km. 17,9) in..…

h 20.42: A2 Salerno-Reggio Calabria

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Svincolo Eboli (Km. 29,9) in uscita in direzione Reggio Calabria…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum