Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Potenziale ALLUVIONE sulla Calabria Jonica: ecco cosa sta succedendo in queste ore

Dopo aver colpito la Sicilia tra la scorsa notte e le prime luci del giorno, un malloppo di rovesci e temporali è andato muovendosi abbastanza rapidamente verso la Calabria portando un carico di intense precipitazioni su diversi settori della regione. Non si escludono ulteriori disagi con nubifragi o alluvioni lampo. Ecco il punto della situazione.

In primo piano - 19 Novembre 2013, ore 10.45

Temporale autorigenerante V-Shaped, in gergo meteorologico vengono definiti così i temporali dalla forma allungata che vanno generandosi sul mare durante i periodi tardo estivi oppure autunnali. Si tratta per la maggior parte delle volte di intensi sistemi temporaleschi di matrice marittima, in grado di stazionare sulle medesime aree diverse ore, portando accumuli di pioggia localmente molto consistenti. 

Proprio in questa categoria di eventi rientra un violento nubifragio che sta imperversando da alcune ore su diverse zone della Calabria. Il sistema temporalesco ha preso origine sulla Sicilia, portandosi successivamente verso le coste della Calabria, in procinto di spostarsi ulteriormente verso est, sui settori della Basilicata e della Puglia. L'area piu' colpita, al momento, e' quella della provincia di Catanzaro. Si segnalano diversi allagamenti, con famiglie isolate, abitazioni minacciate da frane e muri pericolanti con auto bloccate dall'acqua. Diverse le chiamate di soccorso al centralino dei vigili del fuoco e si teme che la situazione nelle prossime ore possa ulteriormente peggiorare. 

Da cosa è stata provocata la formazione di un temporale tanto intenso e persistente?

Il vasto sistema temporalesco V-Shaped che sta colpendo in queste ore il mezzogiorno italiano, prende vita da una convergenza di venti piuttosto comune da realizzarsi sul Mediterraneo. Si tratta infatti di una convergenza piuttosto netta e definita tra Scirocco e Libeccio, in lenta progressione da ovest verso est. Il vento di Libeccio, accompagnato da temperature più fresche, preme contro il flusso più caldo ed umido imposto dal vento di Scirocco, costringendolo a risalire di quota al di sopra della superficie generata dalla convergenza.

Dal canto suo, l'imponente discesa d'aria fredda che dal Regno Unito si getta con tutta forza in direzione del Mediterraneo centro-occidentale, ha nuovamente rinvigorito la vecchia depressione che già dallo scorso fine settimana è andata arenandosi sui nostri mari evolvendo in un vero e proprio cut-off. La nuova consistente iniezione d'aria fredda sul margine occidentale della vasta depressione, è andato a costituire un vasto sistema frontale preceduto dalla sopraccitata intensa avvezione sciroccale sui settori jonici e basso mediterranei.

Da sottolineare come il sistema temporalesco attualmente in azione sui settori jonici, risulti sostanzialmente lo stesso temporale responsabile dell'alluvione avvenuto nelle ultime ore sulla Sardegna. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum